COMUNION N. 4: italiano 2019
 
 

COMUNIÓN Nº4
CURIA GENERALIZIA, OSST.
ROMA
SETTEMBRE 2019

INDEX

Notizie brevi

9- 23 giugno, Roma: Capitolo Generale 2019
Ringraziamento al Governo Generale uscente
Elezione del Consiglio Generale 2019-2025
15 giugno, Città del Vaticano, incontro dei partecipanti al Capitolo Generale 2019 con il Santo Padre.
23- 27 agosto -Capitolo Vicariato S. Agnese: Celebrazione del Capitolo Vicariale
24 agosto, Religiose Trinitarie di Valence: Professione semplice
Provincia del Sacro Cuore di Gesù: Collaborazione fraterna e fruttuosa con la Provincia Nostra Signora del Buon Rimedio.
Le monache Trinitarie di Andújar: Celebrazione dell’eucarestia presieduta da Sua Eccellenza Mons. Amadeo Rodriguez nel 450˚ anniversario del martirio del beato Marco Criado.
I Santi del mese
24 settembre, Beato Marco Criado, (450° anniversario del martirio)
28 settembre: S. Simon de Rojas
Agenda

In memoriam

NOTIZIE BREVI

9-23 giugno, Roma: Capitolo Generale 2019

Dal 9 al 23 giugno 2019, presso la Casa dei Padri Passionisti in Roma si è tenuto il Capitolo Generale dell’Ordine della SS. Trinità e degli Schiavi con il seguente tema: “Chiamati dal disegno provvidente della Trinità per annunciare il vangelo”. Per la prima volta nella nostra storia plurisecolare, il Capitolo Generale ha riunito non solo religiosi, ma anche alcuni membri della famiglia trinitaria: religiose dei diversi istituti e laici. In un’atmosfera di intensa fraternità e dialogo è emersa la varietà di culture fonte di grande ricchezza per l’Ordine, ed è risaltato lo sforzo di incarnare
il carisma redentivo-misericordioso di Giovanni de Matha. Il Capitolo si è svolto in due momenti: inizialmente si è eletto il nuovo Consiglio Generale, poi sono seguiti momenti di profonda riflessione grazie anche agli interventi del Card. Joao Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione degli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, del Vicario Apostolico in Arabia del nord, Sua Eccellenza Mons. Camillo Ballin, di Tonino Palmese, Vicario Episcopale per la carità e la giustizia dell’Arcidiocesi di Napoli, e di Suor Leslye Sandigo, FMA facilitatrice che ci hanno dato qualche indicazione su cui orientare il lavoro capitolare, e ci hanno aiutato a riscoprire la straordinaria attualità e la drammatica urgenza del nostro carisma.
Sono stati segnalati tre principi come punti obbligati di riferimento nella nostra missione: una spiritualità radicata nella Trinità Redentrice, una vita fraterna in comunità ed una missione condivisa con la Famiglia Trinitaria che generi una cultura vocazionale. Il Capitolo chiede, azioni concrete a tutte le giurisdizioni dell’Ordine lasciandosi illuminare dalle conclusioni del Capitolo Generale, dall’Instrumentum Laboris e dal Discorso del Santo Padre.
È un invito quindi a tutti i fratelli a portare frutti concreti di rinnovamento nella vita dell’Ordine, specialmente nell’accompagnamento dei giovani verso l’incontro con Cristo e un invito a non cedere al pessimismo ma a chiedere la forza dello Spirito Santo e la compagnia di Santa Maria, Madre del Buon Rimedio, della martire Sant’Agnese, la nostra giovane Patrona, e dei santi padri e fratelli del nostro Ordine e famiglia.

Ringraziamento al Consiglio Generale uscente

Il nostro grazie più sentito per l’opera svolta in questi anni dai membri del governo uscente: Fr. Jose Narlaly, Ministro Generale, Fr. Pedro Aliaga Asensio, Vicario Generale e presidente del segretariato della formazione, Fr. Albert Anuszewsky, Consigliere ed Economo Generale, Fr. Isidoro Murciego Murciego, Consigliere e Segretario per la famiglia, Fr. Jean Claude Rabetsiferana, Consigliere e Segretario per l’apostolato, Fr. Saverio Murano, Consigliere, Fr. Javier Carnerero Peñalver, Procuratore e Postulatore generale, Fr. Thierry Knecht, Segretario Generale e Fr. Antonio Aurelio Fernández Serrano, presidente del SIT generale. A loro va il nostro grazie più sentito per il grande lavoro svolto con tanta dedizione per amore all’Ordine.

Elezione del Consiglio Generale 2019-2025

In occasione del Capitolo Generale, vi è stata l’elezione del nuovo governo dell’Ordine. E’ stato eletto Fr. Luigi Buccarello come nuovo Ministro Generale. Inoltre sono stati eletti Fr. Aldo Berardi, Vicario Generale, Fr. Maximilien Daudet Tsirahoanandresy Maherisoa, Fr. Antonio Aurelio Fernández Serrano e Fr. Siby Puthussery Rocky, Consiglieri, Fr. Carmel Gladys Ulrich Dinamona, Segretario Generale e Javier Carnerero, Procuratore Generale. Auguriamo a tutti loro un buon lavoro in questo nuovo cammino sotto la guida dello Spirito Santo nella gloria della SS. Trinità.

15 giugno, Città del Vaticano: Incontro dei partecipanti al Capitolo Generale con il Santo Padre.

IIl 15 giugno il Santo Padre ha concesso un’udienza ai partecipanti al Capitolo Generale. Il discorso del Papa ha avuto un’enorme risonanza nei vari mezzi di comunicazione, e ha sottolineato soprattutto l’importanza di seguire i giovani e accompagnarli nel loro cammino di vita e di fede. l Santo Padre si è compiaciuto inoltre della presenza di numerosi religiosi giovani e ci ha esortato a guardare al futuro con coraggio e a far risplendere nell’oggi della Chiesa e del mondo il carisma di Giovanni de Matha. Le parole del Papa ci devono accompagnare in questi anni come luce che orienti la nostra riflessione, la nostra preghiera e la nostra conversione pastorale verso i giovani.

23-27 agosto, Vicariato S. Agnese: Celebrazione del Capitolo Vicariale

Il Vicariato di S. Agnese in Africa ha celebrato il suo Capitolo programmatico dal 23 al 27 agosto 2019, presso le suore Bleues a Libreville in Gabon.

Questo grande incontro nella storia di questa giovane giurisdizione è stato risaltato dalla presenza del nuovo Ministro Generale appena eletto, Padre Gino. Tutto ha avuto inizio con la messa d’apertura presieduta da padre Giovanni Martire Savina, Ministro Provinciale ad interim della Provincia S. Giovanni de Matha, nella quale Il Consiglio Vicariale recentemente eletto ha fatto il giuramento. Hanno partecipato a questo capitolo 16 frati, venuti dal Congo, Brazzaville; dal Camerun, dall’Italia e quelli del Gabon.Questo capitolo è stato segnato da 2 importanti punti. Prima di tutto i Padri Capitolari hanno adottato gli Statuti del Vicariato di S. Agnese. Poi, hanno celebrato i 20 anni della presenza trinitaria in Gabon, nel corso di una solenne celebrazione eucaristica nella chiesa di S. Francesco d’Assisi di Kinguele affidata ai trinitari. Al termine dei lavori, le delegazioni del Congo (Brazzaville e Point-Noire), insieme al Ministro Generale, Padre Gino, al Ministro Provinciale ad interim padre Savina e all’Economo Provinciale padre Francesco, hanno

preso il volo di mercoledì 28 agosto con destinazione Brazzaville. In seguito riguardo all’aumento dei frati in formazione, è stata decisa la costruzione di una nuova casa di formazione. È a Brazzaville in Congo che sarà costruita questa nuova struttura, ad un piano con 18 camere. Il progetto è interamente finanziato dalla Provincia S. Giovanni de Matha. Il passaggio dei padri a Brazzaville si è concluso con la visita alla Nunziatura Apostolica e un’agape fraterna nei pressi del maestoso fiume Congo.

Religiose Trinitarie di Valence: Professione semplice

Il 24 agosto 2019, è stato un giorno di festa e di gioia per le religiose trinitarie di Valence. In una chiesetta gremita, accompagnate dalle loro consorelle e tra la commozione dei loro amici, Sr. Maria, Sr. Mireille, Sr. Daniella, Sr. Letitia, Sr. Salomé e Sr. Sheila, dopo un periodo di noviziato, hanno emesso i voti semplici. Le nuove professe sono originarie del Kenya, Madagascar, Togo e Vietnam.

Provincia del S. Cuore di Gesù: Collaborazione fraterna e fruttuosa con la Provincia di Nostra Signora del Buon Rimedio.

La collaborazione fraterna tra la Provincia di Nostra Signora del Buon Rimedio e la Provincia del Sacro Cuore di Gesù sta dando i suoi frutti. Fr. Mahéri Andrianaivomalala, Fr. Césaire Randriatsarafara e Fr. Michel Rakotomalala della Provincia di Nostra Signora del Buon sono arrivati dal Madagascar, per portare nuove energie alla comunità Canadese. Si tratta di un’esperienza che porta un arricchimento notevole per tutti, oltre ad una ventata di gioia nel testimoniare la nostra fede.

Le monache trinitarie di Andújar: Celebrazione dell’Eucarestia presieduta da sua eccellenza Monsignor Amadeo Rodriguez nel 450˚anniversario del martirio del beato Marco Criado

Martedì 24 settembre, giorno in cui viene commemorata la memoria liturgica del Beato Marco Criado, una solenne Eucarestia presieduta dal vescovo della diocesi Mons. Amadeo Rodríguez, è stata celebrata nel convento delle monache trinitarie della città. Proprio quest’anno segna i 450 anni del martirio di Fr. Marco, a La Peza (Granada). Le comunità trinitarie, in comunione con la Chiesa diocesana di Jaén e alle porte dello straordinario mese missionario hanno voluto onorare in modo speciale questo testimone del vangelo. Insieme al vescovo hanno concelebrato il Ministro Provinciale, parrocchie e i sacerdoti figli di Andújar, insieme al diacono, Andrés Borrego. Oltre ai concelebranti hanno partecipato numerosi fedeli, rappresentanti di diverse comunità, religiose e gruppi laici. Con la partecipazione del coro della Parrocchia
di Santa Maria. Mons. Amadeo ha iniziato l’omelia, salutando i presenti, e implorando la protezione di Dio sulla città di Andújar, che ha come mediatrice eccezionale la Vergine della Cabezza, Fr. Pedro Huerta, i Trinitari della comunità di Andújar, Santuario della Virgen de la Cabeza e Valdepeñas (Ciudad Real), i sacerdoti delle la stessa che ha protetto Marco Criado da bambino. Il vescovo ha sottolineato poi brevemente il percorso vocazionale del beato Marco, e ha continuato con un tour degli eventi più significativi della sua vita e missione. La cosa più bella di questa celebrazione – ha detto Mons. Amadeo- è che Marco Criado è uno dei nostri, è un nostro connazionale, sottolineando che la sua unica argomentazione era l’annuncio di Gesù Cristo, per Lui ha dato la sua vita. Dopo la celebrazione, molti dei partecipanti si sono avvicinati per congratularsi con la comunità, esprimenndo la loro gioia ed emozione per la celebrazione. Sono state distribuite stampe commemorative dell’anniversario del beato. E un’agape fraterna è stata offerta nella sala delle assemblee della comunità, che ha concluso l’emozionante 24 settembre 2019.

I Santi del mese

24 settembre: Beato Marco Criado

Il 24 settembre di quest’anno ricorre il 450° anniversario del martirio del Beato Marco Criado. Egli nacque ad Andújar nelle montagne vicino a Granada in Spagna il 25 aprile 1522.
D’ingegno precoce si distinse, già da bambino, specialmente nell’imparare la dottrina cristiana. Nel 1536 abbracciò l’Ordine Trinitario nella città natale, dove compì anche gli studi filosofici e teologici. Ordinato sacerdote, esercitò il sacro ministero della parola ad Andújar, a Jaén e a Ubeda. L'ubbidienza lo destinò, poi, missionario della diocesi di Guadix e della regione limitrofa, roccaforte dei musulmani. Il suo zelo per la gloria anime fu instancabile. Dopo una breve sosta a La Peza in qualità di cappellano, percorse a piedi, solo e fra mille pericoli, i paesi e villaggi delle
aspre alture dell'Alpujarras, ovunque confortando i deboli nella fede. Scoppiata la rivolta dei mori dell'Alpujarras, Marco Criado fu la prima vittima. Condotto, tra percosse ed insulti, poco lontano da La Peza, fu legato a una quercia, dove rimase tre giorni, cantando inni e pregando Iddio per i suoi assassini. Morì, infine, lapidato il 25 settembre 1569. La Peza venera in lui il suo patrono, l'Alpujarras il suo apostolo, l'Ordine Trinitario uno dei suoi più autentici figli. Il suo culto ab immemorabili fu solennemente confermato da Leone XIII il 24 luglio 1899.

28 settembre: San Simon de Rojas

San Simon de Rojas è un santo dalla vita affascinante. Nato il 28 ottobre 1552 a Valladolid, in Castiglia, appena dodicenne entrò fra i religiosi Trinitari. Fu un vero seguace di San Giovanni de Matha, la cui Regola conquistò il suo cuore. Ordinato sacerdote, dopo aver compiuto gli studi di filosofia e teologia, nel 1577, si impegnò subito per aiutare gli uomini in difficoltà, avvicinandoli a Maria. Grazie ai suoi talenti e alle sue virtù, ben chiusi in una serrata umiltà, nel corso della sua vita religiosa ricoprì differenti incarichi di prestigio e di rispetto: provinciale della Provincia religiosa di Castiglia, superiore di varie comunità, e professore di teologia nella prestigiosa Università di Toledo. Ma se già questi compiti sembrano più che sufficienti, l’incarico più delicato fu quello di precettore dei figli della Regina Isabella di Borbone. Era il 1619. Fu un uomo di un’umiltà e povertà estrema, pur vivendo alla Corte della Regina di Spagna. Nulla lo fermò: né prove né tanto meno quel secolo, non propenso alla austerità e alla preghiera, bensì alla vita avventurosa e leggera. Rifiutò ogni privilegio che la sua condizione gli consentiva, pur di rimanere fedele alla sua fede adamantina. Umile e disinteressato passava nei salotti del palazzo, senza far caso al luogo, ma solo alle anime da portare a Dio. Amò teneramente i poveri e i bisognosi che visitava, con molta cura. Si racconta che per loro non esitasse a dare tutto, anche i piccoli oggetti personali che possedeva. San Simone de Rojas, povero in terra, giunse ricco in cielo per aver fatto della Carità, lo stendardo della Verità di Cristo nel mondo. Maria era il nome che lo rendeva sorridente e gli riscaldava il cuore. Per tale motivo venne canonizzato da Sua Santità S. Giovanni Paolo II, durante l’anno mariano del 1988.

AGENDA:
• 01-02 ottobre 2019: Capitolo elettivo nella Provincia S. Giovanni de Matha (Italia)
• 21-25 ottobre 2019: Capitolo elettivo nella Vice Provincia S. Michele dei Santi (India)
• 25- 28 ottobre 2019: Convegno annuale a Roma dei Laici trinitari in Italia

IN MEMORIAM


Fr. Mario Maggi: Il 2 agosto, è tornato alla casa del Padre, Fr. Mario Maggi, della Provincia S. Giovanni de Matha. Era nato a Secinaro (AQ) il 25 ottobre 1933. Era entrato nel noviziato di Cori il 6 ottobre 1952, e ha fatto la professione solenne l’8 dicembre 1955 a Roma. È stato ordinato sacerdote il 29 settembre 1959 a Marsiglia. Possa il Signore tre volte accoglierlo nel seno di Abramo.
R.I.P.
Suor Marie Bruno Thievenaz : E’ entrata nella gioia di Dio Trinità il 30 agosto 2019 a Point de Beauvoisin. Nata il 18 maggio 1923 ad Echelles in Savoia, Sr. Marie Bruno era nata all’interno di una famiglia di nove figli. Una famiglia molto unita, in cui c’era molto amore. Ha sentito la chiamata alla vita religiosa durante la sua solenne comunione a 12 anni, ed è entrata in noviziato a 18 anni. Ella amava ricordare il suo noviziato e considerava le inevitabili prove come permesse da Dio per morire sul cammino che porta a Lui. Aveva molta riconoscenza verso le persone, le suore, che l’hanno sostenuta in questo cammino! Che il Signore l’accolga nella gloria del Suo Paradiso.
R.I.P.
Suor Marie Chantal Roux: Il 3 settembre a Pont de Beauvoisin si è spenta Suor Marie Chantal Roux. Era nata il 30 luglio 1921 a Vimines in Savoia. Ha fatto la professione il 26 agosto 1944 a Pont de Beauvoisin. Nostra sorella era nata in una famiglia contadina, animata da un grande spirito di fede. Il suo amore per i giovani ha fatto sì che seguisse una formazione per diventare insegnante nel centro S. Siméon de Bressieux e di Cordéac. Poi all’interno della comunità del Monastero di Clermont. Anni indimenticabili della sua vita donati totalmente a Dio e al servizio degli adolescenti che confidavano molto in lei. Segnata dall’educazione cattolica vissuta in un ambiente rurale, non ha perso nessuna occasione di aiutare i bambini e i giovani a mettersi in relazione con il loro prossimo, la natura e il suo Creatore. Sempre disponibile, accogliente, la porta aperta a tutti. Ad essa il nostro affetto fraterno e per lei cara Suor Marie Chantal, la nostra preghiera.
R.I.P.
Fr. Emiliano Tiburcio Moreno: Il 7 settembre, ci ha lasciato Fr. Emiliano Tiburcio Moreno, della Prov. dello Spirito Santo. Era nato a Lagartera (Toledo) il 24 marzo 1944. Era entrato nel noviziato di Antequera il 30 settembre 1961, ha fatto la professione semplice il 1° ottobre 1962 ad Antequera e l’8 settembre 1986 ad Alcázar di S. Juan la professione solenne. E ‘stato ordinato sacerdote il 20 marzo 1971 a Salamanca. Ci uniamo in preghiera con i nostri fratelli della Provincia dello Spirito Santo e ci uniamo all’azione di grazie per la vita di nostro fratello Emiliano, che la S. Trinità lo riceva nel suo seno di infinito amore.R.I.P.