COMUNION N. 2: Marzo 2019
 
 

COMUNIÓN Nº2
CURIA GENERALIZIA, OSST.
ROMA
MARZO 2019

INDEX

Notizie brevi

30 gennaio, Roma: Decreto del Ministro generale

2 febbraio, Pont de Beauvoisin (Francia): Le Suore di Nostra Signora del Rosario si uniscono alle Suore Trinitarie di Valencia

2 febbraio, Andujar (Spagna): Professione solenne dellle monache trinitarie

2 febbraio, Siviglia (Spagna): Trecentenario del Beaterio di Siviglia

19-21 febbraio, Madrid (Spagna) : Riunione del Consiglio generale dell’economia

28 febbraio, Alcala la Real (Spagna) : Le comunità trinitarie dell’Andalusia si incontrano

6 marzo, Andujar (Spagna) : Messaggio della Presidente della Federazione della Santissima Trinità in occasione dell’inizio della Quaresima.

Madagascar : Novità dalla Provincia missionaria di Nostra Signora del Buon Rimedio

Verso il Capitolo generale

Agenda

In memoriam
- Suor Claire Faurie
- Suor Marie Paul Rey

NOTIZIE BREVI

30 gennaio, Roma: Decreto del Ministro generale

Con un decreto del Ministro generale, Fr. Jose Narlaly, la sede della Curia generalizia dell’Ordine della Santissima Trinità e degli schiavi, si è definitivamente e ufficialmente installata presso il nostro Collegio di San Crisogono. L’indirizzo ora è : Piazza Sidney Sonnino, 44 (00153, Roma).

2 febbraio, Pont de Beauvoisin (Francia): Le suore di Nostra Signora del Rosario si uniscono alle suore trinitarie di Valencia.

Il 2 febbraio 2019…Giornata della Vita Consacrata è una data storica, che segna una pietra miliare per la Congregazione delle religiose trinitarie di Valencia. Infatti, le suore della congregazione di Nostra Signora del Rosario si sono unite alle Trinitarie nel corso di una celebrazione a Pont de Beauvoisin nell'Isère, dove le suore della Madonna del Rosario hanno lavorato molto nella semplicità e nella discrezione, ma dove hanno segnato anche l’ambiente circostante. Di fronte ad una chiesa affollata, la cerimonia d’accoglienza ha avuto luogo, preseduta da Mgr de Kerimel, vescovo di Grenoble-Vienna, con numerosi sacerdoti e religiosi. Fraternità, Benevolenza, Accoglienza, Gioia sono state le parole guida di questa giornata.
« Ora Signore, puoi lasciare che il tuo servo vada in pace secondo la tua parola »…. Vangelo del giorno perfettamente adattato alle circostanze, non per le suore personalmente perché la loro missione non è completata ma per la loro congregazione che scompare, ma sappiamo, dalla morte nasce la Vita!
In Gabon e nella Repubblica democratica del Congo, delle celebrazioni simili si sono svolte in febbraio e in marzo.
Benvenute alle nostre suore del Rosario divenute trinitarie. Rendiamo grazie.. « Da Maria alla Trinità!».

2 febbraio, Andujar (Spagna): Professione solenne delle monache trinitarie

Il 2 febbraio, le suore Ana María (Tindu Joseph) et Remya María (Remya Tom) hanno fatto la professione solenne nel monastero trinitario di Andujar. Il Ministro generale dell’Ordine, fr. Jose Narlaly, ha presieduto la celebrazione, accompagnato da religiosi provenienti dalla comunità del Santuario della Vergine della Cabeza, dai sacerdoti e dai diaconi di Andujar. Hanno preso parte alla celebrazione anche rappresentanti della Famiglia trinitaria e in modo particolare le monache di Santa Ana, le suore trinitarie di Valencia oltre a numerosi fedeli.
Alcuni parti del rito della professione solenne sono state particolarmente toccanti per l’assemblea: la prostrazione, la consegna dell’anello nuziale e il gesto di accendere la lampada dell’India, una tipica tradizione cristiana del Kerala.
L’omelia del Ministro generale è stata alla stesso tempo semplice e bella: “Voi, care sorelle, avete potuto ascoltare nel vostro cuore l'invito di Gesù: « vieni e seguimi», e voi avete risposto”. Nel nostro mondo, dove per essere qualcuno, dobbiamo puntare a correre e all’efficenza, due sorelle trinitarie ad Andujar contemplano il Signore, pregano e rendono gloria a Dio Trinità e alla libertà degli schiavi.

2 febbraio, Siviglia (Spagna): Trecentenario del Beaterio di Siviglia

Madre Isabella della Santissima Trinità (Moreno Caballero), è la fondatrice delle Trinitarie del Beaterio di Siviglia che si è dedicata ad accogliere gli orfani della città. Nata il 22 maggio 1693, nel quartiere della Macarena (Siviglia), il suo progetto si consoliderà la sera del 1 febbraio 1719, giorno in cui hanno avuto luogo grandi celebrazioni nella chiesa dei Trinitari. In effetti, un convoglio di oltre 300 schiavi riscattati ad Algeri era appena arrivato e Isabella partecipava alla letizia generale. Inoltre, si preparava la solennità della Purificazione della Vergine Maria. È nella chiesa dei Trinitari calzati che si è consacrata alla Santissima Trinità.
Ella muore in odor di santità l’8 maggio 1774.


Con il cuore pieno di carità, ha cercato e accolto gli orfani che si trovavano lungo le strade di Siviglia, abbandonati a se stessi. Confidando nella Divina Provvidenza, si imbarca due volte per recarsi in Messico per cercare il modo di provvedere alle necessità delle sue figlie predilette. I suoi sentimenti e le sue azioni testimoniano il trionfo della carità nello stile di San Giovanni de Matha. Ricordando il trecentenario della fondazione del Beaterio, vogliamo sottolineare la missione di Madre Isabella, il suo dono totale agli orfani del suo tempo. I nostri migliori auguri!

19-21 febbraio, Madrid (Spagna) : Riunione del Consiglio generale dell’economia

Il Consiglio generale dell’economia si è riunito quest’anno nella Curia provinciale della Provincia dell’Immacolata Concezione a Madrid. Il suo compito era quello di studiare il bilancio economico dell'anno fiscale precedente e di fornire un parere consultivo sul bilancio previsto per il 2019.
Abbiamo condiviso la situazione economica delle nostre giurisdizioni e dell'Ordine in generale e abbiamo beneficiato dei consigli del Professor Lombardo, del gruppo di investimento fondato dai Frati delle Scuole Cristiane. Il Consiglio generale dell’economia ha di nuovo ringraziato la Provincia di San Giovanni de Matha per aver messo a disposizione della Curia generale i locali totalmente ristrutturati e rinnovati.
Attualmente, il Consiglio generale dell’economia è composto dai frati Thierry Knecht (economo generale), Albert Anuszewski (rappresentante legale ed economo emerito), Luis Miguel Alaminos (Prov. dello Spirito Santo), Francesco Prontera (Prov. San Giovanni de Matha), Kurt Klismet (Prov. del Cuore Immacolato di Maria), José Antonio Echevarria (Prov. dell’Immacolata Concezione), Roger Matton (Prov. del Sacro Cuore di Gesù), François Xavier Randriamanantsoa (Prov. Nostra Signora del Buon Rimedio, assente giustificato), Xavier Kachapilly (Vice-Prov. San Michele dei Santi). La prossima riunione è fissata a Roma presso la Curia generalizia per febbraio 2020.

28 febbraio, Alcala la Real (Spagna) : Le comunità trinitarie dell’Andalusia si incontrano

In occasione della festa della Comunità autonoma dell’Andalusia, le comunità trinitarie della regione si sono ritrovate per un momento di convivialità fraterna nel monastero delle monache trinitarie di Santa Ana di Alcala la Real
Erano presenti i membri delle comunità di Granada, Malaga, Antequera, Siviglia e Cordova. Fr. Andrés che ha presieduto la celebrazione eucaristica, ci ha ricordato lo spirito trinitario che deve presiedere tutte le nostre azioni. Dopo i partecipanti hanno visitato la Mota prima di condividere il pasto insieme. Il prossimo incontro avrà luogo il 6 dicembre in occasione della festa della Costituzione del Regno di Spagna.

6 marzo, Andujar (Spagna): Messaggio della Presidente della Federazione della Santissima Trinità in occasione dell’inizio della Quaresima

Come è consuetudine in occasione dei momenti salienti della liturgia della Chiesa e dell'Ordine, la presidente della Federazione ha inviato un messaggio alle monache. Essa ha citato la Costituzione apostolica di papa Francesco Vultum Dei Quaerere : “Con tutti i modi che la Chiesa propone per dominarsi e purificarsi il cuore, l'ascetismo ci libera da tutto ciò che è tipicamente terreno". Tutta la vita claustrale donata acquista un forte senso profetico. Abbiamo bisogno di metterci nelle mani di Dio, di un Dio che mostri miseriocordia e pieno di bontà. Egli ci invita ad approfondire la nostra sequela sapendo che stiamo vivendo un tempo di grazia e che dobbiamo vivere in uno spirito rinnovato. Non possiamo dimenticare Maria, la Madre del Redentore, che ci invita ad essere co-redentori con suo figlio. Che la nostra preghiera e il nostro digiuno ci coinvolgano nella morte di Cristo durante questo tempo di Quaresima 2019 per resuscitare con lui la domenica di Pasqua e poter cantare anche noi « Alleluia ».

Madagascar : Novità dalla Provincia missionaria di Nostra Signora del Buon Rimedio

Attualmente la Provincia missionaria Nostra Signora del Buon Rimedio ha iniziato dei lavori di costruzione in diversi luoghi di presenza dell’Ordine e ciò con l’aiuto finanziario di altre province o delle diocesi. Si tratta ad esempio dell’allargamento del noviziato a Moramanga, cominciato il 18 dicembre e che dovrebbe concludersi nel maggio prossimo, l’apertura di un cantiere di una casa della Caritas sempre a Moramanga, ma anche a Morondava (di una casa religiosa) e a Diego Suarez (di una chiesa parrocchiale). Inoltre la presenza della nostra Famiglia religiosa si sviluppa sull’Isola rossa con la consacrazione dei laici a Ankadivato, Isotry e Namehana.

AGENDA :

- 28-30 aprile : Riunione del Consiglio direttivo del SIT generale a Cracovia
- 4-5 maggio 2019 : Riunione del CO.PE.FA.T. a Madrid
- 7 maggio 2019 : Fine della sessione APPS Roma 2019
- 31 maggio 2019 : ordinazione sacerdotale a Roma di fr. Theodorus Ike Leton della Provincia di San Giovanni de Matha

Verso il Capitolo generale

Siamo arrivati ora alle porte del Capitolo generale che si aprirà, a Dio piacendo, il giorno di Pentecoste, domenica 9 giugno 2019 e si concluderà la domenica del Santissimo Sacramento, domenica 23 giugno.
Una cinquantina di religiosi si incontreranno durante queste giornate a Roma, vicino alla nostra casa di San Tommaso in Formis, dove nostro Padre S. Giovanni de Matha ha restituito al Signore il suo spirito dopo una vita consacrata alla Trinità e agli schiavi. Per la prima volta nella sua storia, parteciperà alla parte programmatica del capitolo una delegazione della Famiglia trinitaria, rappresentante tutti gli istituti e il laicato trinitario. Chiediamo allo Spirito del Signore di accompagnarci adesso e durante tutti questi giorni di lavoro.
Il tema del capitolo generale come si legge sul logo è: « Chiamati dal disegno della Trinità per annunciare il Vangelo». Riguarderà il tema cruciale della pastorale dei giovani, delle vocazioni e del discernimento.
Instagram: @ capgenosst19
Twitter: @ capgenosst19
Facebook: @ osstcapgen2019

Intenzioni per il Capitolo Generale


Preghiamo per il Capitolo generale. Il Signore ci chiama ad ascoltare oggi la sua voce, ad accoglierla con un cuore docile e generoso e a compiere la sua volontà. Con fiducia preghiamo il Padre: Padre Nostro, ascoltaci


1. Padre, benedici la tua chiesa. Governala nel tuo amore, preservala nella tua provvidenza, estendila nella tua saggezza. Preghiamo
2. Padre, proteggi tutti i figli e le figlie di San Giovanni de Matha. Fedeli alla nostra vocazione, le nostre comunità siano autentiche "Case della Santissima Trinità" aperte a tutti gli uomini che sono alla ricerca della tua volontà. Preghiamo.
3. Padre, illumina i capitolari perchè essi procedano nelle elezioni con purezza d’intenzione e perché essi diano alla nostra Famiglia religiosa le tracce per rispondere alle sfide che ci attendono. Preghiamo.
4. Padre Nostro, supporta con la tua grazia coloro che saranno eletti al governo dell’Ordine, che essi accolgano la loro elezione con fiducia, generosità e umiltà. Preghiamo.

IN MEMORIAM

Suor Claire Faurie

ll 2 febbraio 2019 è deceduta a Forcalquier (Francia) nostra sorella Claire Faurie. Nata il 18 aprile 1928 a Monestier nell’Ardèche, ha fatto professione il 6 marzo 1949 a Valence. Sr Claire, la terza di 9 figli, ha perso la mamma all’età di 10 anni. Grande è stata la sua sofferenza. Viene quindi accolta come pensionante presso la Provvidenza della Croix Rousse (Lione). E’ stata inviata, come cuoca all’ospedale di Embrun. Venti anni dopo, il sindaco si ricordava ancora della sua gentilezza e della sua devozione. Nel 1970, parte per Losanna dove sarà chef della cucina della Clinica Bois-Cerf. Ci sono volute molte abilità, competenza, autorità, pazienza per compiere questa difficile missione.

In comunità, Sr. Claire è stata molto fraterna e trasmetteva gioia. Piena d’umorismo, amava ridere e fare battute. Nel 1988, è partita in missione per il Madagascar per occuparsi dei « Paulins » (gli orfani). Questa è stata la gioia più grande della sua vita. Si è presa cura di loro con molto amore e tenerezza. Sapeva cosa voleva dire « non avere una mamma». Amava molto i bambini. Le nostre sorelle del Madagascar sapevano come mostrarle tutta la loro gratitudine. Loro apprezzavano anche la sua bontà, la gioia, la disponibilità, la presenza, il suo carattere sempre disponibile. Se fosse necessario definire Sr. Claire con una parola, sarebbe GIOIA. Arrivò nel 2006 a Forcalquier e pensò ogni giorno a "i suoi piccoli". Li conserverà nel suo cuore e nella sua preghiera. Avrebbe voluto sempre ritornare in Madagascar, ma rimaneva sempre gioiosa e piena di buonumore. Sr. Claire aveva questa gioia nutrita dalla Presenza di Gesù e voleva trasmetterla agli altri. La Vergine Maria è stata realmente la sua mamma dal cielo, poiché la pregava con AMORE. Tutta la gente avvicinava Sr. Claire. Manca molto a tutti. Ognuno aveva un segreto con lei. Che il Signore tre volte Santo l’accolga nel seno di Abramo. R.I.P.

Suor Marie Paul Rey

Il 25 febbbraio 2019 è deceduta nostra sorella Marie Paul Rey a Pont de Beauvoisin (Francia). Nata il 16 maggio 1927 a S. Pierre d’Entremont nell’Isere, ha fatto professione il 26 settembre 1946 à Pont de Beauvoisin. Sr. Marie Paul era nata all’interno di una famiglia profondamente cristiana da cui rimase molto segnata per l’atmosfera di gioia, di pace e di pietà. Membro della Crociata Eucaristica, era abituata a lavorare bene, ad ammirare ciò che era bello, a contemplare la natura, ad aiutare i più sfortunati e i sofferenti. Seguendo la sorella maggiore, è entrata al Liceo di Myans all’età di 13 anni, poi a 15 anni nel postulato e a 18 anni, ha pronunciato i suoi voti temporanei. Dopo un periodo di formazione alla Scuola di Cadres a Ornaison, è diventata insegnante e anche direttrice all’interno del Centro Menager di Chabons e di Pont de Beauvoisin.

Una dedizione, senza contare le ragazze giovani dai 14 ai 18 anni che diventano poco alla volta buone casalinghe e buone madri. Nel 1968, è inviata in Gabon: a M’bigou, a Mayumba poi a Mouila, a Tchibanga poi a N’dendé dove ha donato con amore le sue forze e il suo saper fare con un ardore senza pari. Dopo una quarantina d’anni al servizio della popolazione Gabonese e della Chiesa locale, è arrivata nel 2014 a Pont de Beauvoisin dove ha curato giorno dopo giorno con molta attenzione e delicatezza le sue sorelle. Una sua confidenza dello scorso Natale guardando la mangiatoia: « Quando siamo piccoli, guardiamo a Gesù! Quando siamo più grandi, lo ascoltiamo, quando cresciamo guardiamo la Croce, siamo con Lui sulla Croce». Che il Signore tre volte Santo l’accolga nel seno di Abramo. R.I.P.