COMUNION N. 2: febbraio 2014
 
 

RIVISTA COMUNION Nº 2
CURIA GENERALE, OSST.
ROMA 2 febbraio 2014

INDEX

Messaggio del Ministro Generale in occasione della festa di San Giovanni Battista della Concezione e della chiusura dell’Anno Giubilare

Brevi Norizie
- 7-8 gennaio, Roma, Italia: Apertura dell’Anno di Preparazione alla Professione Solenne (APPS)
- 11 gennaio, Buenos Aires, Argentina: Ingresso di due candidati al noviziato del Vicariato della Provincia dello Spirito Santo.
- 13 gennaio, Madrid, Spagna: Congresso sulla vita del trinitario Francisco Ximénez in Tunisia alla Casa Velazquez
- 18 gennaio, Medellin, Colombia: Professione di 4 novizi nel Vicariato della Provincia dell’Immacolata Concezione
- 19 gennaio, Parigi, Francia: Un religioso trinitario, fr. Bernard Marie Geffroy decorato dell’Ordine Nazionale del Merito
- 26 gennaio, Decesso di fr. Vincent Bechamps della Provincia del Cuore Immacolato di Maria
- 13-15 febbraio, Cordoba, Spagna: Consiglio Generale Ampliato dell’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi
- 14 febbraio: Giubileo di professione di un religioso della Provincia dello Spirito Santo
- 16 febbraio, Cordoba, Spagna: Chiusura dell’Anno Giubilare Trinitario
- 20 febbraio, Cracovia, Polonia: Seminario dal titolo Desiderium fundatum in Christo, l’eredità del Trinitari in Polonia
- 22 febbraio, Sucre, Bolivia: Ordinazione sacerdotale di fr. Joselito Alvarez Romaro
- 22 febbraio : Giubileo sacerdotale di religiosi nelle Province di San Giovanni de Matha e dello Spirito Santo
- 1º marzo, San Paolo, Brasile: Ordinazione sacerdotale di fr. Luis Carlos de Souza della Provincia di San Giovanni de Matha
- 2 marzo, Tsiroanomandidy, Madagascar: Ordinazione sacerdotale di 9 diaconi trinitari della Provincia di Nostra Signora del Buon Rimedio
- Pubblicazione di un libro di fr. Paolo Cipollone della Provincia di San Giovanni de Matha

Alcune notizie delle celebrazioni del Fondatore, arrivate alla Redazione di Comunion
- 17 dicembre, Antelohasina Antsirabe, Madagascar
- 17 dicembre, Colombia
- 17 dicembre, Aranattukara, Thrissur, India

Testimonianza

Compleanni

Festa di San Giovanni Battista della Concezione: Messaggio del Ministro Generale dell’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi in occasione della chiusura dell’Anno Giubilare

Roma, 14 febbraio 2014

Miei cari fratelli,
Ci avviciniamo alla Festa del nostro Riformatore, San Giovanni Battista della Concezione, che coincide con la chiusura dell’Anno Giubilare Trinitario. Mi piacerebbe salutare ciascuno di voi, nello spirito e amore dei nostri Padri, San Giovanni de Matha e San Giovanni Battista della Concezione. Nel corso di questi 14 mesi abbiamo reso grazie, in modo molto speciale, alla Santissima Trinità per il dono dei nostri Padri e della nostra vocazione e carisma trinitario-redentore. Abbiamo avuto anche occasioni per chiedere perdono a Dio per le nostre mancanze e infedeltà, sia del passato che del presente. Naturalmente abbiamo celebrato questi momenti in modo solenne nelle differenti giurisdizioni e comunità dell’Ordine. Come frutto di tutto questo, abbiamo accresciuto la conoscenza e l’amore verso i nostri Padri, e tramite il nostro apostolato, abbiamo anche contribuito a farli conoscere e amarli sempre più e il nostro Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi, da loro fondato e riformato.
In questi pochi mesi dopo la conclusione del Capitolo Generale, mi sono venute in mente e nel cuore, con insistenza, due preoccupazioni che qui voglio condividere. La prima riguarda le iniziative portate a termine in questi Centenari Trinitari, iniziative accompagnate da celebrazioni, congressi, pubblicazioni, con le dovute riflessioni e dibattiti. Su queste esperienze, mi viene spesso in mente la seguente domanda: “Come possiamo continuare a bere e donare lo spirito dei nostri Padri, perché loro e l’Ordine da loro fondato e riformato possa essere maggiormente conosciuto e apprezzato nei vari paesi dove siamo presenti?”. La seconda, in relazione alla prima, riguarda la realtà della violenza e persecuzione che tantissimi cristiani, nostri fratelli e sorelle, stanno patendo in tanti paesi. Come risultato di questa preoccupazione, mi piacerebbe presentarvi in queste poche righe, un messaggio breve ed incisivo, centrando i miei pensieri e riflessioni, sulla questione della persecuzione religiosa nel mondo di oggi, visto che questo tocca il cuore del nostro carisma e missione. Secondo la nostra Regola Trinitaria, “la redenzione degli schiavi che sono stati incarcerati dai pagani per la fede in Cristo” è il principale obiettivo della vita e delle attività della nostra famiglia religiosa. La vita di San Giovanni de Matha e gli scritti di San Giovanni Battista della Concezione, confermano questo fine principale del nostro Ordine della Santissima Trintà e degli Schiavi, nonostante vivessero in tempi e circostanze differenti.
Come ben sappiamo, la persecuzione religiosa è la violenza patita dal popolo a causa del loro credo e pratica religiosa. I loro diritti fondamentali, come il vivere in libertà e sicurezza, sono lesi e impediti a causa della loro scelta religiosa. In questi paesi dove i cristiani sono perseguitati, molti di loro non solo sono molestati, ma anche torturati, violati, sequestrati, incarcerati o assassinati per la loro fede. La descrizione che John L. Allen, Jr., uno dei giornalisti degli Stati Uniti più riconosciuto e rispettato, ci presenta nel suo recente libro, “The Global War on Christians” (La Guerra Globale contro i Cristiani), un chiaro panorama della persecuzione dei cristiani nel mondo di oggi:
“Dall’Iraq all’Egitto fino al Sudan e Nigeria, dall’Indonesia al sud continente dell’India, i cristiani in questo primo periodo del ventunesimo secolo, sono il gruppo religioso più perseguitato del mondo. Secondo quanto riportato dalla secolare Società Internazionale dei Diritti Umani, l’80% delle violazioni della libertà religiosa nel mondo odierno, si compie contro i cristiani. Più dei due terzi dei duemilatrecento milioni di cristiani presenti al mondo, vive fuori dall’Occidente, spesso come minoranza oppressa da una maggioranza ostile – bene per il fondamentalismo islamico nel Medio Oriente e parte dell’Africa e Asia, per il radicalismo Indù in India, o per gli Stati che impongono l’ateismo come Cina e Corea del Nord. Invece i cristiani d’Europa e America del Nord, devono far fronte a sfide politiche e legali per la libertà religiosa”.
Visto che la violenza contro i cristiani è così evidente ed estesa nel mondo, il Santo Padre, Papa Francesco, in varie occasioni, ha chiamato e convocato alla preghiera e al sacrificio in favore di chi soffre per la fede. Lui stesso, nella sua lettera al Ministro Generale dell’Ordine (17/12/2013), ci ricorda che i nostri Padri “ricevettero da Dio una chiamata che sconvolse la loro vita e li spinse a impegnarsi e a darsi senza riserve in favore dei più bisognosi, di coloro che soffrivano di più per proclamare la loro fede nel Vangelo, di coloro ai quali si voleva privare di questa gioia”.
Le notizie dei frequenti e flagranti incidenti di persecuzione contro i cristiani, continuano a bombardarci insistentemente, questo fatto ci fa percepire pure l’importanza e l’attualità del nostro carisma oggi. Mi chiedo quindi come risponderebbero il nostro Fondatore e il Riformatore, a questa cruda realtà e alle situazioni dei numerosi fratelli e sorelle perseguitati. Leggendo la Regola dataci dal Fondatore ed esaminando la vita e gli scritti del nostro Riformatore, ho la forte sensazione che risponderebbero con immediatezza e passione; raddoppierebbero l’intensità delle loro preghiere, sacrifici ed esortazioni ai fratelli a fare lo stesso, il loro senso di solidarietà con l’umanità sofferente e perseguitata, si tradurrebbe in gesti concreti in favore delle vittime.
Ora posso capire meglio la ragione e le circostanze dell’ardore e zelo dei nostri Padri nel loro amore verso i poveri e gli schiavi. E mi è possibile intravedere il perché della loro insistenza su uno stile di vita semplice e frugale. Ora capisco l’utilità e il valore della “tertia pars” nella nostra Regola, e l’importanza della Cassa di Redenzione nelle nostre comunità. Da questa prospettiva posso apprezzare meglio il significato della nostra preghiera quotidiana per i poveri, i perseguitati e gli schiavi. Quando c’è un dramma che riguarda la sofferenza umana e l’estrema violenza manifestata davanti a noi, come cristiani e trinitari, non possiamo rimanere indifferenti e assopiti. Certo, è vero che tutti noi stiamo lavorando duramente in vari apostolati e che il SIT è attivo a livello internazionale e nazionale nel suo compito di realizzare il nostro carisma redentore. Tuttavia, aumentano e si ripetono sempre più gli atti di violenza contro i cristiani, continuano senza sosta. Siamo invitati ad aumentare il fervore e l’impegno nella vita Trinitaria, non solo con gesti di solidarietà, ma approfondendo la motivazione della nostra vocazione come persone consacrate. In questo modo glorifichiamo la Santa Trinità e forniamo libertà e dignità ai nostri fratelli che soffrono e sono perseguitati. Di conseguenza, questa visione e prospettiva darà un tono e un incentivo speciale alla nostra preghiera, alla comunità di vita, alla formazione, al governo e all’animazione, allo stile di vita e a tutte le attività che stiamo svolgendo per compiere la nostra missione.
Come tutti sappiamo, il tradurre il nostro carisma in gesti concreti, lo fortifica e lo conferma. Vista la drammatica e urgente situazione di guerra e la conseguente sofferenza del popolo in Siria, il Consiglio Generale e il SIT, hanno sentito che era un imperativo dare una risposta, di qualche maniera, alle sofferenze dei cristiani sfollati in Siria, tramite un gesto concreto di solidarietà. Fr. Thierry Knecht, Presidente del SIT Generale, ed io stesso abbiamo visitato al Cardinale Robert Sarah, Presidente del Consiglio Pontificio “Cor Unum,” al fine di ricevere un consiglio sulla nostra partecipazione per alleviare le sofferenze dei cristiani vittime della guerra. Il Cardinale, ci ha suggerito di prendere contatto con Mons. Antoine Audo, Vescovo di Alepo in Siria e Direttore della Caritas siriana. Mons. Audo ci ha invitato a partecipare ad un progetto di aiuto per 275 famiglie sfollate dalla loro diocesi, ciò significa provvedere al loro sostentamento alimentare e di vestiario per un migliaio di persone cristiane in Siria. Abbiamo già fornito questa notizia e progetto chiedendo la collaborazione delle diverse giurisdizioni dell’Ordine e del resto della Famiglia Trinitaria. Varie giurisdizioni, comunità, persone e settori della Famiglia Trinitaria, hanno già risposto generosamente a questo appello. Al momento, abbiamo inviato a Mons. Audo, 20.000 euro. Questa somma servirà, secondo quanto prevede il progetto che ci riguarda, ad alleviare i bisogni delle 1.000 persone menzionate, per tre mesi. Tuttavia, dobbiamo continuare il nostro aiuto per le necessità più urgenti di queste famiglie, mentre possiamo e loro ne abbiano bisogno. Invito tutti ad appoggiare questo progetto con la nostra preghiera e l’aiuto materiale, soprattutto quello che è il frutto del nostro sacrificio personale e comunitario.
Visto che il tema della persecuzione religiosa dei cristiani, è stato così frequente nelle notizie dal mondo durante l’Anno Giubilare Trinitario, credo che la Santissima Trinità ci ha voluto dare un segno forte della validità e rilevanza del nostro carisma oggi. Magari la memoria e lo spirito dei nostri Padri, il Fondatore e il Riformatore, e le sfide che sperimentiamo nell’attualizzazione del dono ereditato da loro, ci aiutino a vivere e irradiare il nostro carisma e missione sempre più profondamente.
Invocando l’intercessione della Vergine Maria, nostra Madre del Buon Rimedio, su di voi e il nostro Ordine e l’intera Famiglia Trinitaria, vi auguro una felice festa di San Giovanni Battista della Concezione.
Fraternamente vostro,
Fr. Jose Narlaly, O.SS.T.,
Ministro Generale

BREVI NOTIZIE

7-8 gennaio, Roma, Italia: Apertura dell’Anno di Preparazione alla Professione Solenne (APPS)

17 religiosi provenienti da diverse giurisdizioni, si sono incontrati a San Carlino, Roma, per cominciare la loro preparazione per la Professione Solenne. Vengono da Francia, Italia, India, Madagascar, Gabon, Congo, Nigeria e Viet-Nam. Condivideranno qualche mese di vita comune e di formazione. La diversità può fare paura, ma tutti desiderano fare questa esperienza di interculturalità, basandosi su un punto forte che li unisce: sono tutti trinitari.
L’8 gennaio, il Ministro Generale, fr. Jose Narlaly, li ha incontrati, incoraggiati e invitati a prendere questo tempo di formazione come un periodo di grazia particolare. Tutti i membri del Consiglio Generale, sono stati presenti all’eucaristia celebrata nella chiesa di San Carlino, circondati da fratelli di altre comunità. Il Ministro Generale ha ringraziato in modo particolare fr. Pedro Aliaga direttore dell’APPS, i membri della sua equipe, i formatori e la comunità di San Carlino.

Assicuriamo nelle nostre preghiere i fratelli in formazione, ecco i loro nomi: Meby Varghese KALLUNGAL, Alphonse Maria de Grace KANDAMBIYIL, Jaison Joseph KULAMPALLY, Baviel Austan Stael MBILA, Bartoly Djim M. MOMBO-IBOANGATH, Huy NGUYEN HOANG, John Uzoma ODEMENAM, Pasquale PIZZUTI, Bang TRUONG CONG, Tien VU-DINH, Elysée Daniel RAJEVOHARISON, Jean Joseph RAKOTONANAHARY, Samuel RAKOTOVAO, Anselme RAMBOASEHENO, Alain RANDRIAKOTO, Jean Claude RASOLONJATOVO et Frédéric SOUCHET.

11 gennaio, Buenos Aires, Argentina: Ingresso di due candidati al noviziato del Vicariato della Provincia dello Spirito Santo.

Due giovani candidati, Lucio Luis Flores, boliviano, e Eder Alexis Hernandez, peruviano, hanno chiesto al Ministro Vicariale, fr. José Miguel Marengo, di essere ricevuti al noviziato. La celebrazione si è tenuta nella cappella della nostra casa di Buenos Aires, durante i primi vespri del Battesimo di Nostro Signore. I novizi hanno quindi, in accordo col Rituale dell’Ordine, ricevuto l’abito e sono stati affidati al loro maestro dei novizi, fr. Guillermo Melero Gil. Erano presenti alla celebrazione, oltre il Ministro Vicariale, il maestro dei novizi e i candidati, i fratelli della comunità, Joselito Álvarez, Antonio Jiménez, Mauricio Saldía. Fr. Vicente de Paulo, brasiliano, di passaggio per qualche giorno alla comunità, ha partecipato a questo atto ufficiale. I novizi hanno partecipato ad un ritiro spirituale diretto dal redentonista, P. Miguel Chaparro nella Casa Belen de San Miguel.

13 gennaio, Madrid, Spagna: Congresso sulla vita del trinitario Francisco Ximénez in Tunisia alla Casa Velazquez

L’opera del trinitario di Toledo, Francisco Ximénez de Santa Catalina (1678 —1758), è oggetto di studio come fondamento degli studi “orientali” spagnoli. L’interesse che manifesta per le cronache tunisine, l’acquisizione e la copia che realizzza dal manoscritto dei Mori, così come le osservazioni che fece sulla reggenza ottomanna di Tunisi, ne fanno oggi un precursose dell’orientalismo spagnolo del XVIIIº secolo. Diversi professori universitari di Francia, Spagna e Tunisia, hanno presentato l’originalità di questa figura e hanno cercato di affrontare lo studio degli scritti del trinitario di Toledo, per confrontare i suoi contributi, facendo conoscere un episodio singolare della formazione di certe discipline scentifiche nella Spagna Illuminista.

18 gennaio, Medellin, Colombia: Professione di 4 novizi del Vicariato della Provincia dell’Immacolata Concezione

Il 18 gennaio, fr. Ramon Garay, maestro dei novizi e delegato del Ministro Vicariale, ha ricevuto i primi voti dei fratelli Luis Alfredo, Dario Miguel, Jhon Alejandro e Manuel Leonardo, durante una semplice celebrazione alla presenza della Famiglia Trinitaria, dei genitori dei professi e dei fedeli. Durante la celebrazione, che è durata circa un’ora e mezza, fr. Ramon nella sua omelia ha ricordato che questi giovani non sono qui per “vivere la loro vita”, ma per essere testimoni della presenza del Signore vivendo in prima persona l’eucaristia. Così potranno seguire fedelmente lo stile di vita trinitario. Preghiamo per loro.

19 gennaio, Parigi, Francia: Un religioso trinitario, fr. Bernard Marie Geffroy decorato dell’Ordine Nazionale del Merito

Dopo la celebrazione domenicale nella parrocchia Saint Leu - Saint Gilles (Parigi), fr. Bernard Marie Geffroy, trinitario francese, attualmente ministro della Casa di Parigi, ricoprendo la carica pastorale di questa chiesa per circa 10 anni, è stato decorato dell’Onore Nazionale del Merito. Un altro pilastro della comunità di Saint Leu – Saint Gilles, Suor Hu-Do, domenicana, è stata anche lei decorata dallo stesso Ordine. Questa medaglia è un riconoscimento del lavoro di accompagnamento, solidarietà particolare verso le persone della “periferia” o emarginati che hanno vissuto per anni in questa comunità parrocchiale particolare.

26 gennaio : Decesso di fr. Vincent Bechamps della Provincia del Cuore Immacolato di Maria

Nostro fratello Vincent Bechamps, è deceduto il 26 gennaio a Villa Saint Martha de Downingtown (Pennsylvanie). Era nato a Flushing (Stato di New York) il 29 luglio 1932, è entrato dopo la fine del servizio militare svolto in Corea, nel noviziato di Pikesville il 7 luglio 1956 e farà la professione semplice il 9 settembre 1957. Tre anni più tardi, l’11 settembre 1960, ha fatto la professione solenne nella casa di Pikesville. È stato ordinato sacerdote il 4 giugno 1966 nella basilica santuario dell’Immacolata a Washington, nostro fratello Vincent ha esercitato il suo ministero sacerdotale in diverse parrocchie della Provincia statunitense e in Canada (Toronto). Ha anche ricoperto l’incarico di cappellano delle carceri di Marion e Memphis e cappellano dell’Hôtel-Dio della Nuova-Orleans. I funerali sono stati celebrati nella nostra casa di Pikesville il 30 gennaio. Caro fr. Vincent, riposa nella Pace del tuo Signore. R.I.P.

13-15 febbraio, Cordoba, Spagna: Consiglio Generale Ampliato dell’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi

In occasione della celebrazione per la festa di nostro Padre San Giovanni Battista della Concezione e della celebrazione della chiusura dell’Anno Giubilare Trinitario, che si terrà durante una messa pontificia presieduta dal vescovo di Cordoba nella sua cattedrale, i ministri maggiori e il Consiglio Generale dell’Ordine, si incontreranno nella nostra casa di Cordoba per un Consiglio Generale Ampliato dal 13 al 15 febbraio. Questo sarà il primo incontro formale di questo Consiglio, dalla celebrazione del Capitolo Generale tenutosi nei mesi di maggio e giugno passati. Tempo di cambiamento e formazione dove i differenti membri possono presentare le difficoltà e le gioie della loro giurisdizione rispettiva. I consiglieri presenteranno il loro piano d’azione per il sessennato 2013-2019 secondo le direttive del documento finale approvato dal Capitolo di Alarcon de Pozuelo (Madrid). Li accompagnamo nella preghiera.

14 febbraio : Giubileo di professione di un religioso della Provincia dello Spirito Santo

Nel giorno della festa di nostro Padre, San Giovanni Battista della Concezione, nostro fratello Jesús Calles Fernández celebrerà il 50º della sua professione solenne. Era infatti il 14 febbraio 1964 nella nostra casa di Cordoba che ha emesso la professione solenne nell’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi. Attualmente è parroco della parrocchia di San Giovanni Battista a Madrid Aluche. Gli presentiamo i nostri migliori auguri e lo assicuriamo nella preghiera davanti al trono dell’Augusta Trinità.

16 febbraio: Cordoba, Spagna: Chiusura dell’Anno Giubilare Trinitario

Il 16 febbraio 2014, con una solenne celebrazione nella cattedrale di Cordoba, Mons. Demetrio Fernandez, vescovo di Cordoba, chiuderà ufficialmente l’Anno Giubilare Trinitario. Per l’occasione le reliquie di nostro Padre San Giovanni Battista della Concezione, saranno portate nella cattedrale e il Consiglio Generale Ampliato al completo, sarà presente alla celebrazione così come numerosi trinitari provenienti dalla Spagna e da altri luoghi. Nel prossimo numero di Comunion, forniremo maggiori dettagli.

20 febbraio: Cracovia, Polonia: Seminario intitolato Desiderium fundatum in Christo, l’eredità dei Trinitari in Polonia

In occasione della chiusura dell’Anno Giubilare, la comunità dei Trinitari di Cracovia, sotto il patrocinio dell’Università Pontificia Giovanni Paolo II di Cracovia, organizza un seminario che sarà presieduto dal Vicario Generale dell’Ordine, fr. Pedro Aliaga Asensio, sulla figura del fondatore e riformatore e sulla solo eredità in Polonia e nel Gran Ducato di Lituania.

22 febbraio : Sucre, Bolivia : Ordinazione sacerdotale di fr. Joselito Alvarez Romaro

Sabato 22 febbraio alle 19,00 nella chiesa della Santissima Trinità di El Tejar, sarà ordinato sacerdote nostro fratello Joselito Alvarez Romaro del Vicariato della Provincia dello Spirito Santo, con l’imposizione delle mani di Sua Eccellenza Mons. Jésus Juarez Parraga, arcivescovo di Sucre. Il giorno seguente alle 11,00, nostro fratello celebrerà la prima messa nella stessa parrocchia. Joselito è nato a Huacareta in Bolivia il 21 settembre 1978. È entrato nel noviziato dal 2003 al 2004, ha fatto la professione solenne nel 2011.
Fin da subito, lo assicuriamo nella nostra preghiera perchè il Signore compia in lui ciò che Egli ha iniziato.

22 febbraio : Giubileo sacerdotale di religiosi delle Province di San Giovanni de Matha e dello Spirito Santo

Lo stesso giorno dell’ordinazione di nostro fratello Joselito, diversi religiosi celebreranno il 50º anniversario dell’ordinazione sacerdotale. Quattro religiosi della Provincia di San Giovanni de Matha : i fratelli Lorenzo Moretti, Saverio Murano, Vincenzo Randolfi, Bruno Palazzo e uno della Provincia dello Spirito Santo, fr. Benjamín Fernandez Blanco. Rendiamo grazie con loro alla Santissima Trinità per la fedeltà del Signore tre volte Santo verso i suoi servitori e per la testimonianza della loro vita. Che il Signore compia in loro ciò che Egli ha iniziato (secondo la formula dell’ordinazione sacerdotale).

1 marzo: San Paolo, Brasile: Ordinazione sacerdotale di fr. Luis Carlos de Souza della Provincia di San Giovanni de Matha

Il prossimo 1º marzo alle 18,00 nella parrocchia di San Francesco d’Assisi di Recanto Feliz nello Stato di San Paolo (Brasile), fr. Luis Carlos de Souza sarà ordinato sacerdote con l’imposizione delle mani di Sua Eccellenza Mons. Pedro Luiz Stringhini, vescovo della diocesi di Mogi das Cruzes. Il giorno seguente, nostro fratello celebrerà la prima messa nella nostra chiesa di Nostra Signora di Fatima. Fin da ora lo assicuriamo nella preghiera perchè il Signore possa operare in lui la sua opera.

2 marzo, Tsiroanomandidy, Madagascar: Ordinazione sacerdotale di 9 diaconi trinitari della Provincia di Nostra Signora del Buon Rimedio

Il 2 marzo nella cattedrale di Nostra Signora del Buon Rimedio di Tsiroanomandidy, Sua eccellenza Mons. Gustavo Bombin, vescovo della diocesi, ordinerà sacerdoti 9 diaconi trinitari, i fratelli Jean Martial Rabenaivo Andriamandimbisoa, Anicet Rijaniaina Rafaralahimanana, Raymond Rakotoarisoa, Jean Émile Fanomezantsoa Randriamihaja, Clara Olivier Randrianitantsoa, David Olivier Rafidiarisoa, Éric Lova Randriarimalala, Grégoire Randrianarimanana, Marc Olivier Pascal Randrianarimalala. Fin da ora preghiamo per loro perchè il Signore tre volte Santo realizzi in loro e attraverso loro la sua opera di redenzione.

Pubblicazione di un libro di fr. Paolo Cipollone della Provincia di San Giovanni de Matha

La Libreria vaticana ha appena pubblicato un’opera di nostro fratello Cipollone intitolata: Abbà, Note di spiritualità trinitaria. Nostro fratello propone di fornire un contributo alla scoperta del mistero della Trinità dal Vaticano II, nella teologia e nella spiritualità. Il libro si sviluppa in tre parti: l’abbà di Gesù, l’abbà della Chiesa come tale e l’abbà della Chiesa in rapporto al mondo contemporaneo. Al momento il libro è disponibile solo in italiano.

ALCUNE NOTIZIE DELLE CELEBRAZIONI DEL FONDATORE, ARRIVATE ALLA REDAZIONE DI COMUNION

17 dicembre: Antelohasina Antsirabe, Madagascar :

Il vescovo della diocesi di Antsirabe, Mons. Philippe Ranaivomanana, ha presieduto la celebrazione eucaristica in compagnia del suo vicario generale, P. Jean Edèse, tenutasi nella nostra cappella alle 18,00. Erano presenti, più o meno, 120 persone che hanno riempito la cappella, c’erano le religiose trinitarie di Valencia, dei laici trinitari, dei fedeli della parrocchia e dei rappresentanti delle comunità religiose vicine e degli amici della nostra casa. Dopo la celebrazione eucaristica, la festa è proseguita con la condivisione di una cena. Abbiamo già programmato che, per la fine dell’Anno Giubilare il 14 febbraio, animeremo un programma sull’Haja, radio della diocesi di Antsirabe, dove presenteremo la storia, la spiritualità, il carisma dell’Ordine così come le attività che svolgiamo sull’Isola Rossa.

In oltre, questo è un momento importante a doppio titolo, celebriamo infatti il 25º anniversario dell’installazione dell’Ordine a Antsirabe e vogliamo ricordare che questa fondazione non si sarebbe potuta fare senza l’appoggio della Curia Generalizia dell’epoca e, specialmente, di fr. Isidoro Murciego, l’allora vicario generale e oggi consigliere generale, e all’opera di fr. Luis Jañez pioniere di questa missione.
Fr. Pierre Ramananandro.

17 dicembre: Colombia

In Colombia, nostro padre San Giovanni de Matha, è stato celebrato solennemente quest’anno giubilare, infatti, il 17 dicembre nel nostro paese, coincide con la celebrazione della Novena del Natale (preparazione dal 16 al 24 dicembre); le parrocchie di Bogotá, Medellin e Ibagué, hanno radunato i fedeli, in special modo il Laicato Trinitario e gli altri gruppi pastorali, per condividere nelle parrocchie questo evento. Nel caso di Ibagué, la celebrazione principale si è svolta nella cappella San Giovanni de Matha, essendo la chiesa che porta il nome del Fondatore e non nella parrocchia, ed essendo stato rifatto il pavimento e diverse ristrutturazioni che l’hanno portata ad essere degna della solennità. Alla celebrazione, erano stati invitate delle personalità come i vescovi locali, per approfittare anche della grazia dell’anno giubilare. Dopo la celebrazione è stato offerto un semplice spuntino da condividere con i partecipanti. Dalla Colombia, inviamo tanti saluti e un forte abbraccio trinitario.
Fr. Yamir Justiniano González Suárez

17 dicembre: Aranattukara, Thrissur, India

Abbiamo celebrato la solennità di San Giovanni de Matha, fondatore dei Trinitari. Avevamo la Santa Messa presso la Grotta di San Giovanni de Matha di fronte al Ashram. I fratelli avevano decorato l'area splendidamente e abbiamo celebrato la solennità magnificamente. Fr. Shinu ha presieduto la Messa e fr. Binoj ha tenuto l’omelia. Fr. Binoj ha illustrato la vita di San Giovanni de Matha e ha evidenziato la vita eucaristica, il suo modo di proclamare la Parola di Dio e la vita comunitaria. Il suo discorso si è soffermato sul confronto della lettera del Papa Francesco 'per i Trinitari e la vita di San Giovanni de Matha. Dopo la cerimonia, è stato offerto un pasto festoso nel parcheggio dove abbiamo apprezzato molto l'amicizia e la collaborazione di tutti i membri della comunità. Don Lijo era presente per la giornata. Si è anche svolta una partita di pallavolo tra i fratelli e i superiori della comunità.

TESTIMONIANZA

Il 21 novembre scorso, Mons, Antonio Arregui Yarza arcivescovo di Guayaquil, durante una celebrazione eucaristica solenne nella chiesa dell’Ermo, ha concesso per decreto, l’invocazione mariana della Vergine della Fede (Virgen de la Fe). Qui accanto trovate l’immagine della Vergine venerata in questo eremo trinitario, che mostra la Vergine che con un braccio tiene il Bambino Gesù e con l’altro, la lampada della fede. Questa immagine è stata ispirata alla Madre Maria Amalia della Santissima Trinità.

Ma per molti di noi, questa branca della Famiglia Trinitaria è conosciuta poco, andiamo quindi a scoprirla. Le suore eremite trinitarie sono nate all’Eremo del Bambino Gesù e della Vergine della Fede a Guayaquil (Equador), il 29 maggio 1988, giorno della Santissima Trinità. Sono state approvate dalla diocesi e la fondatrice è Madre Maria Amalia della Santissima Trinità. Si consacrano alla Santissima Trinità e si ispirano alla vita eremita di San Felice Valois e di San Giovanni de Matha nel deserto di Cerfroid. Sono puramente contemplative e prestano una particolare attenzione all’accoglienza di coloro che hanno problemi di fede. L’eremo si trova tra i campi circondato da paesi dove pululano le sette. Così la comunità si è data la missione di salvaguardare e testimoniare la purezza della fede. Con la morte della fondatrice, però, il gruppo si è poco a poco disperso. Molte di loro si sono unite alle comunità delle contemplative trinitarie dell’Equador o della Spagna. Attualmente, dopo il decesso, da tre anni, di una delle due eremiti restanti, Madre Maria Piedad de Cristo (a sinistra nella foto), persevera nell’eremo e segue il ritmo normale della vita eremita come negli anni d’oro della fondatrice, ricordandosi ed ispirandosi ad un fatto storico legato alla storia dell’Istituto delle religiose trinitarie di Majorca quando, dopo un incidente, era sopravvissuta una sola religiosa che, per anni, ha perseverato fino all’arrivo di nuove vocazioni.
Preghiamo con nostra sorella M. Piedad de Cristo, per le vocazioni e specialmente per la vita eremita trinitaria.
Fr. Isidoro Murciego Murciego

Dirección Postal: Madre María Piedad de Cristo
Yermo de la Virgen de la Fe
Casilla 99-88 Guayaquil –ECUADOR

Cumpleaños, Anniversaires, Compleanni, Birthdays

FEVRIER – FEBRERO – FEBBRAIO– FEBRUARY – OTSAILA THÁNG HAI – LUTY – FEBRUAR – FEVEREIRO

1 Fr. Elvis Ramírez Choque (Vic. prov. Espíritu Santo)

2 PRESENTATION DE NOTRE SEIGNEUR
Fr. Ailton Antunes de Almeida (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. Marcellin Randriamampionona (Prov. N.D. du Bon Remède)
Les sœurs trinitaires de Madrid commémorent la fondation de l’Institut par le vénérable Francisco Méndez Casariego et la servante de Dieu Marianna de la Très Sainte Trinité.

3 Fr. Blas Esparta (Vic. prov. Espíritu Santo)
Sr. Lin Marilani (Laredo)

4 BIENHEUREUSE ELISABETH CANORI MORA
Fr. Jean Michel Ratiana Rivo (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Dieu Donné Rakotomamonjy (Prov. N.D. du Bon Remède)
Sr. Maria Fátima (Fuensaldaña)
Sr. Leonisa (Huaraz)

5 Fr. Giovanni Di Marco (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Juan Vázquez (Prov. of the Immaculate Heart of Mary)
Fr. Ahn, Chan-Mo (Ignace) (Prov. Espíritu Santo)
Sr. Ángeles Vilar (Villena)
Sr. Maria Paz (Guatemala)

7 Fr. Felipe Alonso Bajo (Prov. Espíritu Santo)
Fr. Willmar Alexander Guiral (Vic. prov. Inmaculada Concepción)
Fr. Juan Esteban García (Vic. prov. Inmaculada Concepción)
Fr. Tuan Giuseppe Lai Quoc (Prov. San Giovanni de Matha)

8 Fr. Donato Aceto (Prov. San Giovanni de Matha)
Sr. Cristina Mayor (Quintanar)

9 Fr. Alexandre Rafiadanantsoa (Prov. N.D. du Bon Remède)

10 Fr. Gérard Mahefasoan Randrianarimanana (Prov. N.D. du Bon Remède)

11 Fr. Pedro Aliaga (Prov. Espíritu Santo)
Fr. Felipe Bustinza (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Salvatore Minonne (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. José Onja Fanirisoa (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Jean Claude Elie Hanitra Niaina Ranarisoa (Prov. N.D. du Bon Remède)

12 Fr. Francisco Jesús Ferrer Serrano (Prov. Espíritu Santo)
Fr. José Luis Herrera Coronel (Vic. prov. Espíritu Santo)
Fr. Catalino Asenjo (Vic. prov. Espíritu Santo)
Sr. Maria Inmaculada Velasco (Andújar)

13 Sr. Sonia Leticia (Guatemala)

14 SAINT JEAN BAPTISTE DE LA CONCEPTION

15 Fr. Angel Luis Montalvo Del Amo (Prov. Espíritu Santo)
Fr. Giuseppe D'Agostino (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. Julio Rakotoalinoro (Prov. N.D. du Bon Remède)

16 Sr. Socorro Sánchez (Madrid)
Sr. Maria Rosa López (San Clemente)

17 Bro. Binoy Akkalayil (Vic. of S. Michael of Saints)

18 Fr. Victor Albert Rakotoniaina (Prov. N.D. du Bon Remède)

19 Fr. Ramón Campos (Prov. Inmaculada Concepción)
Sr. Filomena Maria Jiménez (Laredo)
Sr. Editha (Huaraz)

20 Fr. Jesús Sagarna (Prov. Inmaculada Concepción)
Fr. Pedro María Ustárroz (Prov. Inmaculada Concepción)
Fr. Rivo Gabin Soloniaina (Prov. N.D. du Bon Remède)

21 Fr. Jean de la Croix Félix Ranaivoarisoa (Prov. N.D. du Bon Remède)
Sr. Rocío Díaz (Noia)
Sr. Honorine Nirina (Toboso)

22 Fr. Juan Pablo García Maestro (Prov. Espíritu Santo)
Fr. Rafal Piecha (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. Theodorus Ike Leton (Prov. San Giovanni de Matha)

23 Fr. Modeste Edouard Mampouya (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. Marc-André Gilbert (Prov. Sacré Cœur de Jésus)
Fr. Anselme Rambaoseheno (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Lai Xuan Lang (Prov. San Giovanni de Matha)

24 Fr. Lorenzo Moretti (Prov. San Giovanni de Matha)
Sr. Anitha Kochakkaddar (Cálig)
Sr. Regina González (Villena)

25 Sr. Ángeles Sáez (Burgos)
Sr. Maria Blanco (Laredo)

27 Fr. Marc Allaire (Prov. Sacré Cœur de Jésus)
Fr. Antonio Torres García (Prov. Espíritu Santo)

29 Fr. Alfred Couturier (Prov. Sacré Cœur de Jésus)

MARS – MARZO – MARZO – MARCH – MARTXOA DIỂU HÁNH – STYCZEŃ – MÄRZ – MARÇO

1 Fr. Emil Kolaczyk (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. Mai Quoc Phong (Prov. San Giovanni de Matha)
Sr. Nora Cosenza (Noia)
Les moniales commémorent l’anniversaire et la fête de la vénérable Angela María de la Conception.

2 Fr. José Miguel Marengo Raimonda (Vic. prov. Espíritu Santo)
Fr. Adelson Moreira (Prov. of the Immaculate Heart of Mary)
Sr. Amada Fernandez (Madrid)

3 Sr. Rocío Redondo (Fuensaldaña)

4 Fr. Francisco Pildain (Vic. prov. Inmaculada Concepción)
Fr. José Antonio Santiago (Vic. prov. Inmaculada Concepción)
Sr. Maria Rosa Kunnamal (Martos)

5 MERCREDI DES CENDRES
Fr. Shinu Mathew Maleckunnel (Vic. of S. Michael of Saints)
Fr. John Uzoma Odemenam (Prov. San Giovanni de Matha)

6 Sr. Purificación Angulo (San Clemente)

7 Fr. Bénito Marcellin Raharison (Prov. N.D. du Bon Remède)
Sr. Maria Ana Raheliarimalala (S. Ana)

9 1° DIMANCHE DE CAREME
Fr. Albert Brierley (Prov. Sacré Coeur de Jésus)
Fr. Alphonse Mariya de Grace Kandambiyil (Vic. of S. Michael of Saints)
Fr. Elysé Daniel Jose Nirina Rajevoharison (Prov. N.D. du Bon Remède)

10 Fr. Jean de Dieu Rakotondranaivo (Prov. N.D. du Bon Remède)

¡Feliz Cumpleanos! Happy Birthday! Joyeux anniversaire! Sto Lat! Tanti Auguri!
Araha Tratry ny Fety! Alles Gute zum Geburtstag!
Zorionak! feliz aniversário! selamat hari ulang tahun! chúc mừng sinh nhật