COMUNION N. 1: gennaio 2014
 
 

RIVISTA COMUNION Nº 1
CURIA GENERALIZIA, OSST.
ROMA 1 gennaio 2014

INDEX

Messaggio di Sua Santità Papa Francesco al Ministro Generale dell’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi in occasione dell’VIII° centenario del transito di San Giovanni de Matha e il IV° centenario della morte di San Giovanni Battista della Concezione 17 dicembre 2013

DOSSIER Speciale: VIII° centenario della morte di nostro Padre San Giovanni de Matha
- Hyattsville
- Montréal
- La Cabeza
- San Tommaso in Formis
- Salamanca
- Buenos Aires
- Cracovia
- Messico

Brevi Notizie

- 30 novembre: ordinazione sacerdotale e prima mesa di Fr. Luis Fernando Torres Agudelo del Vicariato della Provincia dell’Immacolata Concezione
- Dicembre, Santiago del Cile : incontro dei parroci e vicari parrocchiali del Vicariato della Provincia dello Spirito Santo
- 8 dicembre, Laredo: Professione solenne di suor Reyna, monaca al monastero di Laredo
- 17 dicembre: Medellin, Colombia: Ingresso al noviziato del Vicariato della Provincia dell’Immacolta Concezione
- 21 dicembre, Roma: Incontro dei Consigli Generali dell’Ordine di Nostra Signora della Mercede e dell’Ordine della Santisima Trinità e degli Schiavi, e crezione di una commissione mista per la redenzione: C.R.M.T.
- 26 – 28 dicembre, Roma: Formazione delle juniore delle religiose trinitarie di Roma
- 4 gennaio, Saint Bruno de Montarville: Decesso di fr. Damien Mercier della Provincia del Sacro Cuore di Gesù

Testimonianza

Agenda dei membri del Consiglio Generale

Anniversari

Messaggio di Sua Santità Papa Francesco al Ministro Generale dell’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi in occasione dell’VIII° centenario del transito di San Giovanni de Matha e il IV° centenario della morte di San Giovanni Battista della Concezione 17 dicembre 2013

Al Reverendissimo Padre
Fra Jose Narlaly
Ministro Generale dell’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi

Caro Fratello,

In quest’anno in cui l’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi nonché tutti coloro che si trovano uniti ad esso con vincoli spirituali, ricordano l’ottavo centenario della morte del loro Santo Fondatore, Giovanni de Matha, e i quattrocento anni del felice transito di san Giovanni Battista della Concezione, Riformatore dello stesso Ordine, voglio unirmi alla vostra azione di grazie a Dio Trinità per queste figure emblematiche per la Chiesa, rivolgendovi questo semplice messaggio di incoraggiamento e di accompagnamento per progredire con entusiasmo e decisione sul cammino spirituale che essi tracciarono, a gloria di Colui che è tre volte Santo, e per il bene di coloro che sono sottoposti alle diverse prove della vita.

L’antico motto: Hic est Ordo adprobatus, non a sanctis fabricatus, sed a solo summo Deo (San Giovanni Battista della Concezione, Obras III, 45) che i religiosi trinitari proclamano da sempre, ha la sua radice nella coscienza profondamente radicata in loro che questo carisma è un dono di Dio, accolto dalla Chiesa dal suo inizio con l’approvazione pontificia. Dio ha primereado, preso l’iniziativa, scegliendo questi suoi servi per manifestare in loro le sue misericordie. Essi seppero accettare la sfida, in docilità alla Chiesa che discerne i carismi. Così, se oggi celebriamo i dies natales del vostro Fondatore e Riformatore, lo facciamo precisamente perché furono capaci di rinnegare se stessi, di prendere con semplicità e docilità la croce di Cristo e di mettersi completamente, senza condizioni, nelle mani di Dio perché Egli costruisse la sua Opera.

Tutti siamo chiamati a sperimentare la gioia che scaturisce dall’incontro con Gesù, per vincere il nostro egoismo, per uscire dalle proprie comodità e per avere il coraggio di raggiungere tutte le periferie che hanno bisogno della luce del Vangelo (cf. Evangelii gaudium, 20). Questo è quel che fecero, con la loro vita e coraggio apostolico, san Giovanni de Matha e san Giovanni Battista della Concezione. Essi, che conducevano una vita religiosa, rispettabile, ma forse un po’ comoda e sicura, ricevettero da Dio una chiamata che li ha completamente capovolti e indotti a spendersi e logorarsi a favore dei più bisognosi, di coloro che soffrivano di più, per proclamare la loro fede nel Vangelo, a coloro ai quali il mondo voleva togliere quella gioia. Attraverso i secoli, in perfetta sintonia con lo spirito fondazionale, la Casa della Santa Trinità è stata casa del povero e del derelitto, un posto dove si curano le piaghe del corpo e dell’anima, e questo con la preghiera che, come ben diceva il vostro Santo Riformatore, è una medicina migliore di tanti rimedi, e anche con la dedizione incondizionata e con il servizio disinteressato e amorevole. Il lavoro, lo sforzo e la gratuità si trovano condensati nella Regola di san Giovanni de Matha con le parole Ministro e sine proprio (Regola Trinitaria, n. 1). Infatti, per i Trinitari è palese, e da essi dobbiamo imparare tutti, che nella Chiesa ogni responsabilità o autorità deve essere vissuta come servizio. Quindi la nostra azione deve essere spoglia di qualsiasi desiderio di lucro o di promozione personale, e deve cercare sempre di mettere in comune tutti i talenti ricevuti da Dio, per indirizzarli, come buoni amministratori, al fine per il quale sono stati concessi, e cioè, per dare sollievo ai più svantaggiati. Questo è l’interesse di Cristo, e perciò le case della vostra Famiglia hanno la «porta sempre aperta» per l’accoglienza fraterna (Direttorio primitivo delle Suore Trinitarie, 2, cf. Evangelii gaudium, 46).

Adesso, nell’unirmi al vostro canto di lode alla Santissima Trinità per questi grandi santi, voglio pregarvi che, seguendo il loro esempio, non lasciate mai di imitare Cristo e, con la forza dello Spirito Santo, vi consegniate con umiltà a servire il povero e lo schiavo. Oggi ce ne sono tanti. Li vediamo ogni giorno e non possiamo passare oltre, limitandoci a dire una buona parola. Cristo non ha fatto così. È condizione di vita avere i sentimenti che aveva Cristo, per vedere il suo volto in colui che soffre, offrendogli la consolazione e la luce che sgorga dal suo Cuore trafitto. Osate, pure, primerear, prendere l’iniziativa (cf. Evangelii gaudium, 24), così come san Giovanni Battista della Concezione proponeva ai suoi frati con la simpatica immagine di un gioco di carte, cercando di far capire che nella scommessa per il povero vinciamo la vita autentica e beata.
Per il Santo, è questa la sfida che Dio ci fa: i suoi poveri, e se perdiamo questa mano - ci dice -, siamo totalmente persi (Obras III, 79). Non cercate, dunque, per le vostre opere e iniziative apostoliche, altro fondamento se non «la radice della carità» e «l’interesse di Cristo», che il mio predecessore, Innocenzo III, ha considerato quali perni essenziali di questo modo nuovo di vita che approvava con la sua autorità apostolica (Operante divine dispositionis clementia, Bolla 17.12.1198).

Nel salutarvi, mentre elargisco la Benedizione Apostolica su tutti i membri dell’Ordine e della Famiglia Trinitaria, prego che, com’è vostra immemorabile tradizione, non smettiate di pregare per il Papa. So che questa intenzione è costante insieme a quella per i poveri, e che le presentate al Signore tutte le sere. Mi piace assai pensare che voi, nella preghiera, mettete il Vescovo di Roma insieme ai più poveri, e questo mi ricorda che io non posso dimenticarmi di loro, così come non li ha mai dimenticati Gesù, che sentì nel più profondo del suo Cuore che egli è stato inviato per portare ad essi una buona novella e che, con la sua povertà, ci ha resi tutti ricchi (cf. Lc. 4,18; 2 Cor. 8,9). Che Egli vi benedica e la Vergine Santa abbia cura di voi.
Fraternamente,

L.S.

Dal Vaticano, 17 dicembre, solennità di san Giovanni de Matha, dell’anno 2013, primo del mio Pontificato.


DOSSIER SPECIALE: VIII° CENTENARIO DELLA MORTE DI NOSTRO PADRE SAN GIOVANNI DE MATHA

In queste pagine, prima di dare spazio alle brevi notizie, ci fermiamo per dare maggiore eco alle varie celebrazioni dell’evento più importante del mese di dicembre, la solennità di Nostro Padre San Giovanni de Matha, il 17 dicembre 2013, nel suo VIIIº centenario dalla morte. Altri testimonianze possono essere inserite nei prossimi numeri di Comunio.

HYATTSVILLE, U.S.A., 13 dicembre

Dal 1946, quando la scuola cattolica superiore de Matha, ha aperto le porte, c’è stato sempre l’impegno a festeggiare il Fondatore dei Trinitari e il Patrono della scuola. Quest’anno, ricorre l’VIIIº centenario della sua morte, e i Trinitari e la comunità scolastica, sono impegnati in molte celebrazioni che arricchiscono spiritualmente, che hanno coinvoto 800 giovani studenti della scuola superiore, oltre un centinaio di professori, dello staff e amici della scuola. La celebrazione principale si è svolta il 13 dicembre. Questa celebrazione è stata presieduta dal Ministro Provinciale, Fr. J. Edward Owens, secondato da Fr. Stan DeBoe, Direttore Vocazionale della Provincia, Fr. Juan Molina, dipendente della Conferenza Americana dei Vescovi Cattolici (USCCB) e Fr. Binoy Akkalayil, Direttore del Centro Spirituale Santa Trinità di Baltimora, Maryland, a cui si aggiungono Fr. Damian Anuszewski, professore e membro del Consiglio Provinciale e del Consiglio d’Amministrazione e Fr. James R. Day, Rettore della scuola superiore e membro del Consiglio d’Amministrazione.

L’inizio della celebrazione è stata l’Eucaristia, dove il Ministro Provinciale ha presieduto e fatto l’omelia. Fr. Edward ha ricordato agli studenti, ai professori e agli amici, la ricca eredità della fede Cattolica e il ruolo che i Trinitari e la scuola San Giovanni de Matha in particolare, hanno ricoperto nella formazione spirituale. Li ha incoraggiati a continuare questa tradizione ed essere orgogliosi della loro eredità trinitaria. Durante la liturgia, uno dei cori della scuola, il Voices of DeMatha, ci ha introdotto nel culto con la canzone, e le loro voci e il loro impegno per la buona musica liturgica, sono stati di ispirazione.

Alla conclusione della messa, c’è stata la presentazione annuale della Medaglia San Giovanni de Matha per lo studente più meritevole. Fr. James, ha presentato i due leaders studenti della scuola, e loro hanno annunciato il vincitore, Brian Sheahan, della classe 1980, che ha accettato la medaglia e ha fatto una riflessione su come i suoi anni passati al de Matha, continuano ad aiutarlo come padre di famiglia, avvocato e volontario nella sua parrocchia a Baltimora. Alla conclusione di questa presentazione, il Dott. Daniel McMahon, Preside del de Matha, ha fornito una riflessione sul carisma trinitario e ha ricordato agli studenti i Martiri Spagnoli beatificati di recente, e come la loro dedizione e impegno per i valori sacri sono obiettivi che dovrebbero far parte delle nostre vite. Il Dott. McMahon, ha anche pubblicamente riconosciuto la grande eredità che tutti i docenti trinitari hanno lasciato al liceo nel corso degli anni e fino ad oggi.
Questo è stato accolto da un applauso da tutti i presenti. Infine, c’è stato un concerto eseguito dalla Banda DeMatha e le voci di de Matha. Ci sono stati diversi ospiti della zona che hanno partecipito, e sono stati invitati a un pranzo dopo il concerto con l'Amminis-trazione scolastica.
Per mantenere lo spirito di festa per tutto il giorn, tutti gli 800 studenti e 100 docenti sono stati invitati ad un pasto gratuito, composto da pasta, carne con insalata, rinfresco e torta. Durante tutta la giornata, gli studenti cantanti hanno attraversato i corridoi della scuola cantando canti natalizi e invitando tutti a partecipare alla celebrazione di San Giovvani de Matha, così come la prossima festa del Natale. Questo giorno nel mese di dicembre è sempre un grande giorno per i membri della Famiglia Trinitaria.
Uno dei momenti più suggestivi di tutta la riunione presso la scuola superiore, è stato il motto della scuola (alma mater). Il testo della canzone è stato composto da Tom Ponton, Classe del de Matha del 1978, e la melodia è stata composta dal nostro insegnante di canto, il signor Jim Turk. È stato veramente emozionante ascoltare 900 voci che proclamano la fedeltà alla visione di S. Giovanni de Matha con le mani su i loro cuori durante il canto del ritornello. Naturalmente, questo è stato parte della nostra celebrazione del 13 dicembre 2013. Qui di seguito ci sono le parole di tutta la canzone per la nostra ispirazione:

St. John de Matha, pray for us.
Founded with courage after the war,
Standing tall and striving for more,
From humble beginnings to its prominent rise,
Committed to helping young men realize

(Refrain) That DeMatha stands tall in all that is true
Steeped in tradition of a cross red and blue
Built on a promise that challenges “never”,
DeMatha today! DeMatha forever!

Named for St. John of medieval France,
Who unshackled slaves, giving freedom a chance
His mem’ry lives on in those who believe
That, loos’ning the chains, we call can achieve… (Refrain)
To the students and staff, to the parents and friends,
To the priests and the brothers, whose work never ends,
To alumni, recalling the days of their youth,
Firmly committed to eternal truth. (Refrain)
St. John de Matha, pray for us.

Spero che questo raconto ci fornisca una breve ma importante sguardo della vita della scuola superiore chiamata in onore del nostro Fondatore, sain Giovanni de Matha. Ci sono 38.000 scuole superiori negli Stati Uniti e tra queste, ce n’è solo una in onore di San Giovanni de Matha. Prendiamo seriamente questa distinzione e facciamo ogni sforzo per mantenere la memoria di San Giovanni de Matha e la tradizione trinitaria viva e vegeta.
Fr. James R. Day, O.SS.T.

MONTREAL, Canada, 15 dicembre

In occasione dell’VIIIº centenario della morte di San Giovanni de Matha, si è tenuta, domenica 15 dicembre, una celebrazione nella parrocchia St-Jean de Matha a Montréal, culla dell’Ordine in Québec, presieduta da Mons. Christian Lépine, Arcivescovo di Montréal. Malgrado il cattivo tempo, molti trinitari e parrocchiani hanno partecipato alla solennità per festeggiare il nostro Fondatore, apostolo della libertà. Mons. Lépine, durante l’omelia, ha parlato del carisma di Giovanni de Matha e della sua attualità. Ha parlato dell’azione e della contemplazione nella vita dei Trinitari e di tutti i cristiani, che portano la missione. Dopo la celebrazione, abbiamo condiviso fraternamente, il pane dell’amicizia nel seminterrato della chiesa. Erano presenti più o meno, 200 persone.
Fr. Louis Gagnon

LA CABEZA, Spagna, 15 dicembre

Dopo la solenne celebrazione eucaristica alle 13, nella Basilica e Reale Santuario della Virgen de la Cabeza, la Rosa d’Oro di Spagna, si è svolta la presentazione del libro Amar desde el corazón de la Morenita, dei trinitari Isidoro Murciego e Domingo Conesa. A seguire, oltre un centinaio di persone hanno partecipato alla mensa conviviale, il tutto inquadrata nella celebrazione dell’VIII centenario della morte di San Giovanni de Matha, Fondatore dell’Ordine Trinitario. Ogni atto, al quale hanno partecipato centinaia di fedeli, devoti e amici, ha avuto un orientamento solidale. Si trattava di collaborare con il progetto del SIT “Aiuta 270 famiglie cristiane in Siria”, avallato dal Ministro Generale dell’Ordine, fr. Jose Narlaly. È stato anche apprezzato, l’aver pubblicato il libro Amar desde el corazón de la Morenita, a quattro mani, dagli ultimi rettori della Basilica e Santuario della Virgen de la Cabeza. Ringraziamo in modo speciale per il contributo fornito nella presentazione del libro, dal professore, scrittore e presidente del Parco Narurale della Sierra Morena di Andújar, Alfredo Ybarra.
Fr. Isidoro Murciego

ROME, SAN TOMMASO IN FORMIS, Italia, 17 dicembre

Il 17 dicembre 2013, gli alunni delle classi I, II, III della Scuola Secondaria di 1°grado dell’Istituto “SS.ma Trinità” (ROMA) insieme alle loro insegnanti, in occasione dell’VIII Centenario della nascita al Cielo di Nostro Padre San Giovanni de Matha, si sono recati in pellegrinaggio presso la chiesa di san Tommaso in Formis. Ci ha accolto con grande disponibilità Fr. Thierry Knecht, Rettore della chiesa giubilare. Entrati nel luogo sacro, Fr. Thierry ha spiegato il significato spirituale del luogo e del mosaico e della sua importanza anche oggi, sia per i Trinitari che per tutta la Famiglia Trinitaria. Alle 10,30 i ragazzi si sono raccolti per partecipare alla Santa Messa. La Celebrazione Eucaristica è stata animata dall’insegnante di Musica con i canti natalizi stampati su un libretto da Fr. Thierry. Gli alunni hanno respirato un clima di famiglia e hanno ringraziato il religioso trinitario con un grande applauso per la gioiosa accoglienza. In seguito si sono recati a visitare la stanzetta dove è spirato San Giovanni de Matha. Lì hanno pregato per tutte le loro famiglie, per le necessità spirituali dell’Ordine e per la Famiglia Trinitaria sparsa nel mondo. I ragazzi hanno avuto un momento di serenità e svago, approfittando della bellissima giornata di sole che solo Roma può regalare, per consumare la merenda al sacco nei giardini di Villa Celimontana a fianco della chiesa di san Tommaso in Formis. Ringraziamo Dio Trinità per questa ricarica spirituale.
Le insegnanti dell’Istituto della Scuola Secondaria di 1° grado.

Lo spesso giorno, 17 dicembre 2013, la Famiglia Trinitaria di Roma si è data appuntamento nella chiesa di San Tommaso in Formis, per festeggiare San Giovanni de Matha in occasione della sua festa liturgica, in coincidenza con l’VIIIº centenario della sua morte. La celebrazione è stata presieduta dal Vicario Generale dell’Ordine, fr. Pedro Aliaga, e preparata dal Segretario Generale, fr. Thierry Knecht, rettore della chiesa giubilare di San Tommaso in Formis. Erano presenti religiosi delle diverse comunità di Roma, Teramo e Napoli, religiose degli istituti femminili trinitari, laici delle diverse fraternità laicali di Roma e vari fedeli di San Tommaso.

La celebrazione ha avuto inizio sotto il mosaico alle 18,30. I concelebranti si sono disposti sotto l’antico arco della “portineria” di San Tommaso, mentre alcuni agenti di polizia vigilavano l’ordine nella manifestazione pubblica in onore di nostro padre San Giovanni de Matha. Cantando, la processione ha fatto il suo ingresso in chiesa, ordinatamente adornata di fiori e profusione di luce. All’organo, accompagnava il maestro Denis Volpi, e dirigeva i canti, la voce di fr. Vicent Rakotoarivelo.

La celebrazione si è svolta in un clima di raccoglimento. Il celebrante ha basato la sua omelia sulle parole “ha visto la maestà di Dio” che la narrazione Hoc fuit initium riferisce a San Giovanni de Matha. L’annuncio della lettera che, in questo giorno, Papa Francesco ha diretto al nostro Ministro Generale, ha riempito di gioia tutti i presenti, che sono stati omaggiati, dal Segretario Generale, di una copia della stessa. La celebrazione si è conclusa nella vicina villa Celimontana, dove si è gustato del vin brulé e abbondante assortimento di dolci e biscotti.
Fr. Pedro Aliaga

SALAMANCA, Spagna, 17 dicembre

Nel contesto dell’Anno Giubilare Trinitario, in occasione dell’VIIIº Centenario (17/12/1213-2013) della morte di nostro Padre San Giovanni de Matha, si è svolta una solenne celebrazione a Salamanca, città in cui attualmente sono conservate le Sacre Reliquie del Padre Fondatore. Erano presenti a queste celebrazioni: il Ministro Generale dell’Ordine, fr. Jose Narlaly con i Consiglieri Generali, fr. Albert Anuszewski, Isidoro Murciego e Jean Claude Herménégilde Rabetsiferana; il Ministro Provinciale della Provincia dell’Immacolata, fr. Daniel García Camino con il suo Consiglio, i vari Ministri delle Case della Provincia e altri religiosi; il Ministro Provinciale della Provincia dello Spirito Santo, fr. Luis Miguel Alaminos Montealegre, con fr. Vicente Elipe López-Peláez, Consigliere ed Economo Provinciale, e altri religiosi.

Il Ministro della Comunità di Salamanca, fr. Arsenio Llamazares Ugena, parroco della chiesa di San Giovanni de Matha, con i membri della sua comunità, ha preparato con tutti i dettagli, l’accoglienza e lo svolgimento di questi momenti così significativi per la vita di tutti i trinitari.
L’Eucaristia, momento centrale delle celebrazioni, è stata molto suggestiva, anche per la presenza di numerosi sacerdoti di Salamanca, religiose trinitarie e di altre congregazioni, laici trinitari e parrocchiani.

La celebrazione è stata presieduta dal Ministro Generale dell’Ordine accompagnato dai Ministri Provinciali. Ha officiato, come maestro di cerimonia, fr. Arsenio Llamazares, il coro parrocchiale ha animato la parte musicale. Nell’omelia, il Ministro Generale, con molto fervore, ha animato a vivere un momento così significativo sulle Sante Reliquie del nostro Padre Fondatore, riconosciuto come un profeta, sempre attuale, per le difficoltà di oggi e molto apprezzato per ciò che ha affrontato a suo tempo. Ha posto l’attenzione su tre momenti più significativi nella vita di San Giovanni de Matha: il momento della promessa nell’ispirazione ricevuta dalla Santa Trinità, l’attualizzazione nel suo impegno quotidiano in favore dei poveri e degli schiavi, alimentato dall’unione con il Dio d’Amore e con i fratelli, e la sua missione specialmente del futuro, profetica, in cui siamo stati chiamati a lasciarci guidare dal suo stesso spirito: “Che queste Sacre Reliquie – diceva nell’omelia – recuperino vita in ciascuno di noi perché lo spirito di San Giovanni de Matha continui ad incendiare i nostri cuori, per donarci senza riserve, in favore dei poveri e degli schiavi di oggi”. Ha approfittato anche del momento per annunciare un nuovo progetto trinitario-redentore del SIT in favore dei cristiani perseguitati in Siria. Nel suo richiamo, ha indicato la situazione di 275 famiglie cristiane profughe a causa della guerra. È stato un progetto che ha trovato un grande accoglimento di cui beneficiano più di 1.000 persone, in maggioranza bambini, che dipendono dalla nostra solidarietà.

Ringraziamo i fratelli della Provincia dell’Immacolata, per lo sforzo esemplare compiuto per la solennità dell’VIII Centenario della morte di San Giovanni de Matha:

¡Gloria Tibi Trinitas et Captivis Libertas!
Fr. Isidoro Murciego

BUENOS AIRES, Argentina, 17 dicembre

Il 17 dicembre tutta la Famiglia Trinitaria di Buenos Aires (Argentina), si è ritrovata nella nostra parrocchia della Santissima Trinità, chiesa giubilare decretata dall’allora Cardinal Bergoglio, esattamente un anno fa. Erano presenti le Suore Trinitarie di Madrid, di Valencia, un significativo gruppo del collegio di Fatima Santissima Trinità di Villa Martelli e laici della Famiglia Trinitaria. La celebrazione dei vespri e l’eucaristia, sono stati presieduti dal Ministro Vicariale Fr. José Miguel Marengo. Dopo il vangelo, il Ministro della comunità, fr. Guillermo Melero, ha letto il messaggio di Papa Francesco alla Famiglia Trinitaria per gli 800 anni della morte di San Giovanni de Matha. Un messaggio profondamente apprezzato dai presenti, con cui rinnoviamo la nostra missione trinitaria in America Latina.

Oltre al calore che porta questo giorno, era presente la Madre Generale delle Trinitarie di Valencia che, alla fine della celebrazione, ha salutato l’assemblea e ci ha invitato ad aggiungere sforzi nella missione condivisa con la Famiglia Trinitaria. Dopo la celebrazione, l’assemblea si è riunita nel patio esterno per condividere un’agape fraterna.
Fr. Mauricio Alberto Saldia Leal

CRACOVIA, Polonia, 17 dicembre

Il 17 dicembre la comunità di Cracovia, unita a tutta la Famiglia Trinitaria, ha celebrato l’VIII centenario del transito di San Giovanni de Matha. La Messa Solenne è stata presieduta da Monsignor Franciszek Kołacz, protonotario apostolico. Nella celebrazione, oltre la comunità, hanno partecipato i seminaristi del seminario polacco-americano con il loro rettore, alcune religiose e tanti fedeli. Il predicatore, fr. Maciej Kowalski, ha sottolineato l'importanza del giubileo in cui si uniscono il passato, il presente e il futuro: "Ricordiamo il passato, ringraziando e chiedendo il perdono. Ci domandiamo in che modo e quanto, siamo figli fedeli del Fondatore.

E guardiamo al futuro pensando come mantenere e trasmettere la nostra eredità alle nuove generazioni." Uno dei segni molto aprezzati dalla gente è stata le benedizione del pane in onore di San Giovanni de Matha. Dopo la messa tutti hanno condiviso un piccolo rinfresco. Ma i festeggiamenti non si sono limitati a questo. Durante l'anno giubilare la comunità ha intrapreso delle nuove iniziative nella pastorale penitenziaria e ha tradotto in polacco la biografia giubilare.
Fr. Maciej Kowalski

MESSICO, Messico, 17 dicembre

Riuniti fraternamente nella casa di Santa Cruz Acatlán a México D.F, il 17 dicembre alle 17, i religiosi trinitari insieme ad un nutrito gruppo in rappresentanza delle Suore Trinitarie di Madrid e del laicato trinitario, hanno celebrato i centenari di San Giovanni de Matha e San Giovanni Battista della Concezione, prima recitando un Trisagio, atto seguito da una conferenza sulla vita e l’opera di San Giovanni de Matha, impartita magistralmente da fr. Giovanni Martire Savina, in cui è emerso il carattere disarmato, dialogante e tollerante dell’Ordine verso l’Islam come un progetto visionario, umanista e rivoluzionario per la mentalità del tempo in cui nacque. Conclusa la conferenza si è avuta la celebrazione eucaristica presieduta da fr. Pablo Salas Placencia, Delegato Provinciale. Per concludere in un ambiente conviviale nelle nostre tipiche locande.

BREVI NOTIZIE

30 novembre : ordinazione sacerdotale e prima messa di Fr. Luis Fernando Torres Agudelo del Vicariato della Provincia dell’Immacolata Concezione

Fr. Luis Fernando Torres Agudelo è stato ordinato sacerdote il 30 novembre davanti un’assemblea nella nostra chiesa di Medellin (Colombia). Nostro fratello è nato il 17 maggio 1980, ha fatto il noviziato a Santiago del Cile (Cile), nel 2007, ha emesso la professione semplice il 3 gennaio 2008. Dopo un anno di formazione, come impone la nostra legislazione, e l’esperienza dell’APPS, ha fatto la professione solenne nel 2013 e l’ordinazione il 30 novembre. Imploriamo la benedizione di Dio Trinità su nostro fratello perché il suo ministero sia portatore di libertà agli schiavi del nostro mondo e in particolare a coloro che si trovano nelle periferie del mondo. Preghiamo per lui.

Dicembre, Santiago del Cile: Incontro dei parroci e vicari parrocchiali del Vicariato

Il Vicariato della Provincia dello Spirito Santo, ha vissuto nel mese di dicembre, il primo incontro dei parroci e vicari parrocchiali e dei giovani che si preparano all’ordinazione, operanti nelle parrocchie trinitarie della loro giurisdizione. Sono stati accompagnati dal arcivescovo della capitale cilena. Questo incontro è stato preparato dal Segretariato della Redenzione con la comunità locale, fr. Pastor e i laici che ci hanno accolto in questa casa.

8 dicembre: Professione perpetua di Sr Reyna, monaca al monastero di Laredo

L’8 dicembre, solennità dell’Immacolata Concezione, Suor Reyna, ha donato il suo SI definitivo tramite i voti solenni al monastero delle Monache contemplative di Laredo (Cantabria – Spagna). Riprende nella fede, il versetto 8 del Salmo 32: “Ti farò saggio, t'indicherò la via da seguire; con gli occhi su di te, ti darò consiglio”.

17 dicembre: Medellin, Colombia: Ingresso al noviziato del Vicariato della Provincia dell’Immacolata Concezione

Il 17 dicembre, solennità di San Giovanni de Matha, tre giovani Jairo Sepúlveda, Alexander Yepe e Sebastián Huertas (sulla foto con gli abiti più chiari), hanno iniziato il noviziato a Medellin. La celebrazione è stata presieduta da fr. Francisco Pildaín, ministro della casa, accompagnato dai fr. Ramón Garay (maestro dei novizi), Oscar Rendón (vice-mestro) e Juan Esteban García. All’eucaristia erano anche presenti i novizi che cominciano la formazione iniziale e uno studente, fr. Eduardo Ortega, le religiose trinitarie di Valence e le suore trinitarie di Valencia. Nella sua omelia, il ministro ha ricordato l’importanza di questa tappa e ha invitato i nuovi novizi a costruire il loro essere trinitari, contando senza sosta sull’amore di Dio Trinità e su Nostra Signora del Buon Rimedio. Dopo aver presentato i formatori, ha consegnato loro l’abito.
Dopo la celebrazione i partecipanti hanno condiviso un pranzo e gustato la famosa sangria preparata per le occasioni speciali da fr. Ramón Garay. Auguriamo ai nostri fratelli novizi di essere attenti alla chiamata del Signore e che siano docili alle istruzioni dell’Unico Maestro.

21 dicembre : Incontro dei Consigli Generali dell’Ordine di Nostra Signora della Mercede e dell’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi, e creazione di una commissione mista per la redenzione: C.R.M.T.

Per la prima volta, il nuovo Consiglio Generale dell’Ordine della Santissima Trinità e degli Schiavi, eletto nell’ultimo Capitolo Generale di maggio 2013, si è recato in visita alla Curia Generalizia dell’Ordine di Nostra Signora della Mercede. I due generali si erano incontrati durante la riunione dell’Unione dei Superiori Generali e avevano fissato questa data per l’incontro. Già il precedente Consiglio aveva stabilito dei legami con il Consiglio Generale dei Mercedari. Il Ministro Generale ha presentato le grandi linee del Capitolo Generale, in particolare i punti riguardanti la collaborazione tra i due istituti. Dopo, P. Pablo Ordoñe, Maestro Generale, si è informato sui metodi intrapresi per aiutare i cristiani in Siria. Per procedere nella collaborazione tra i due consigli, è stata creata una commissione composta dai PP. Juan Carlos, Damase (Mercedari), Albert e Thierry (Trinitari). La commissione ha ricevuto la sigla C.R.M.T. (Commissione Redenzione Mercedaria Trinitaria). Dopo l’incontro, abbiamo partecipato all’eucaristia e condiviso il tavolo con i giovani mercedari in sessione di formazione immediata per la professione solenne. Il prossimo incontro è stato fissato per il 14 giugno.

26-28 DICEMBRE, ROMA: Formazione di giovani religiose trinitarie di Roma

Dal 26 al 28 dicembre, fr. Thierry ha diretto una sessione di formazione per le religiose di Roma che sono nel periodo iniziale. Nella foto partendo da sinistra a destra, le religiose sono: Sr. Anna Chiara, Sr. Lan Lai, Sr. Assunta, Sr. Ovelina, Sr. Maria Teresa, Sr. Veronica. Due italiane, due malgasce e due vietnamite. Il tema della formazione è stato su che cosa consiste l’insegnamento spirituale di San Giovanni Battista della Concezione e la sua attualità.

4 GENNAIO : Decesso di fr. Damien Mercier della Provincia del Sacro Cuore di Gesù.

Il Vicario Provinciale e il Ministro della Casa di San Bruno de Montarville (Provincia del Sacro Cuore di Gesù), fr. Roger Matton, ci ha informato del decesso di nostro fratello Damien Mercier alle 13.
Fr. Damien era nato a Saint Damien de Bellechasse (Québec), il 12 gennaio 1920, era entrato in noviziato a Montréal il 17 giugno 1944 ed ha emesso la professione il giorno della Natività di Nostro Signore, il 25 dicembre 1945. Lo stesso giorno di Natale del 1949, ha emesso la professione solenne.
Ci uniamo nella preghiera con i fratelli della Provincia del Sacro Cuore di Gesù e all’azione di grazia per la vita di nostro fratello Damien. Che il Signore lo riceva nella sua misericordia. R.I.P.

TEMOIGNAGE

“Tu sais, Seigneur, que nous avons tout quité et nous t’avons suivi” (Mc 10, 28)

A Madagascar, dans le diocèse d’Ambatondrazaka, j’ai été ordonné prêtre le 21 septembre 2013, par le même évêque du dit diocèse, Mgr Antonio Scopelliti. Nous étions trois et que les deux, frères de sang, sont issus de la même juridiction diocésaine, à savoir Jean Louis Tambinirina ANDRIAMANJAKAMAHEFA et Jean Patou RAHERIMAHEFA TSILAVINIAINA.
J’avoue que j’étais particulièrement saisi par l’intensité de l’émotion vécue au court de la célébration. D’autant plus, après une assez longue période de préparation à long et à court terme, la date donnée coïncida fortuitement avec l’anniversaire de ma naissance. Je me permis donc de vivre profondément ce que c’est la joie d’entreprendre une nouvelle vie, l’allégresse de vivre d’ores et déjà ce si précieux sacerdoce dont l’éloge remonte sans ambages à ces paroles profondément éloquentes de St Jean Chrysostome.
Je ne peux me passer d’évoquer la présence si affectueuse de notre famille respective, de ces 1670 jeunes du diocèse réunis en raison de la clôture de l’année de la foi, ainsi qu’un grand nombre d’amis et de connaissances. Ils me rappellent à tout instant, malgré les embûches qui ne manquent jamais, combien le Seigneur nous comble cent fois plus de tout ce qu’on a renoncé pour son Règne.
Fr. Yvon Guy Herimanitra Rakotonirina

AGENDA DES MEMBRES DU CONSEIL GENERAL

N.B. Cet agenda n’est ni exclusif ni complet. IL est en constante évolution et n’est donc qu’indicatif. Nous n’indiquons pas les activités courantes appartenant au travail et à la vie ordinaire de la Curie.

Programme de fr. Jose Narlaly, Ministre général:
8 janvier, Rome: Session d’ouverture de l’APPS et messe du Saint Esprit
15 janvier : session ordinaire du Conseil général
5-7 février, Cerfroid: Assemblée des religieux français à Cerfroid
12-17 février, Cordoue: Conseil général élargi et clôture de l’Année jubilaire.
19 février: Début de la Visite pastorale à la province du Saint Esprit

Programme de fr. Pedro Aliaga Asensio, Vicaire général:
7-8 janvier, Rome: debut de l’APPS.
15 janvier : session ordinaire du Conseil général
24-26 janvier, Cordoue: Rencontre nationale des confréries et fraternités trinitaires. Fr. Pedro Aliaga participe à la conférence: «800 années des confréries et fraternités trinitaires. Nées pour les œuvres de miséricorde et pour la rédemption des captifs».
12-17 février, Cordoue: Conseil général élargi et clôture de l’année jubilaire.
19-24 février, Cracovie: Symposium et célébration de clôture de l’Année jubilaire, conférence: «Saint Jean Baptiste de la Conception. Certains traits de sa vie et de sa réforme trinitaire ».

Programme de fr. Albert Anuszewski, Conseiller général:
8 janvier, Rome: Messe du Saint Esprit de l’APPS
15 janvier : session ordinaire du Conseil général
9-11 février, Madrid: Conseil général d’économie
12-17 février, Cordoue: Conseil général élargi et clôture de l’Année jubilaire.

Programme de fr. Isidoro Murciego Murciego, Conseiller général:
8 janvier, Rome: Messe du Saint Esprit de l’APPS
15 janvier : session ordinaire du Conseil général
12-17 février, Cordoue: Conseil général élargi et clôture de l’Année jubilaire.
19 février: Début de la Visite pastorale à la province du Saint Esprit accompagnant le Ministre général.

Programme de fr. Jean Claude Herménégilde Rabetsiferana, Conseiller général:
8 janvier, Rome: Messe du Saint Esprit de l’APPS
15 janvier : session ordinaire du Conseil général
12-17 février, Cordoue: Conseil général élargi et clôture de l’Année jubilaire.

Programme de fr. Thierry Knecht, Secrétaire général:
8 janvier, Rome: Messe du Saint Esprit de l’APPS
15 janvier : session ordinaire du Conseil général
5-7 février, Cerfroid: Assemblée des religieux français à Cerfroid
9-11 février, Madrid: Conseil général d’économie
12-17 février, Cordoue: Conseil général élargi et clôture de l’Année jubilaire.

Cumpleaños, Anniversaires, Compleanni, Birthdays

JANVIER – ENERO – GENNAIO– JANUARY – URTARRILA
THÁNG MỘT – STYCZEŃ – JANUAR – JANEIRO

1 SAINTE MARIE MERE DE DIEU
Fr. Jesús Calles (Prov. Espíritu Santo)
Fr. Lorenzo Aldasoro (Prov. Inmaculada Concepción)
Fr. Noël Coté (Prov. Sacré Coeur de Jésus)
Fr. Grégoire Randrianarimanana (Prov. N.D. du Bon Remède)
Sr Judith (Lima)

3 Fr. Thomas Dymowski (Prov. of the Immaculate Heart of Mary)
Fr. Tomasz Domysiewicz (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. Clara Olivier Randrianitantsoa (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Jaona Herindrainy Mitondrasoa (Prov. N.D. du Bon Remède)

4 Fr. Arsenio Leo (Prov. San Giovanni de Matha)

6 EPIPHANIE
Fr. Reyes Castaño (Prov. Espíritu Santo)
Sr. Tindu Joseph (Andújar)
Sr. Maria Inés Souto (Madrid)
Les Trinitaires de Valencia commémorent l’anniversaire de la vie commune des fondatrices. Renouvellement des vœux comme consécration à la Sainte Trinité.

7 SAINT JEAN DE RIBERA
Fr. Gaetano Del Percio (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. Park, Jun-Chul (Ignace) (Prov. Espíritu Santo)
Sr. Dulce Nombre de Maria (Suesa)
Sr. Marilú Díaz (Laredo)
Sr. Maria Reina Vellani (Fuensaldaña)
Les Trinitaires de Majorque rappellent la mort du P. Miguel Ferrer, à la paroisse de la Concepción de La Vileta.

8 Fr. Andrés Ferreras (Vic. prov. Espíritu Santo)
Fr. Antonio Jiménez (Vic. prov. Espíritu Santo)
Fr. Désiré Jean Népomucène Rainizafimbahiny (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Oniniria Olivia Andriamihaja (Prov. N.D. du Bon Remède)

10 Fr. Vicente Benito Burgos (Prov. Espíritu Santo)
Fr. Yvon Hugues Rakotobe (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Mariadas Yadav (Prov. of the Immaculate Heart of Mary)
Fr. Pierre Sébastien Ralaibozy (Prov. N.D. du Bon Remède)

11 Fr. Eddie Razanakoto Solofonirina (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Augustin Zoany Dina Mbolamanitra (Prov. N.D. du Bon Remède)
Sr. Griselda Toj (Guatemala)

12 BAPTEME DU SEIGNEUR
Sr. Isabel Maria Osorio (Villena)
Sr. Ana Rosa López (Guatemala)

13 BIENHEUREUSE FRANCESCA DE L’INCARNATION
Fr. Ignacio Pacheco Yan (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. Jean Hyacinthe Ralijaona (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Ferdinand Hasinandriana (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Justin Raymond Fajely (Prov. N.D. du Bon Remède)
Sr. Trinitas Coronado (El Toboso)

14 Fr. Miguel Vicente Basterra (Prov. Inmaculada Concepción)
Fr. Antonio von Elverfeld (Prov. Espíritu Santo)
Sr. Lea Marie Ramiliarisoa (Tsiroanomandidy)

15 Fr. Alfred Zainzinger (Prov. San Giovanni de Matha)
Sr. Adelina Garcia (San Clemente)

16 Sr. Pilar Sánchez (Cálig)

17 Fr. José Hernández Sánchez (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Antonio Moldón (Prov. Espíritu Santo)
Fr. Jean William Rakotonirina (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. José Daniel Rodríguez Escobar (Prov. San Giovanni de Matha)

18 Fr. Carmine Cipollone (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Orlando Navarra (Prov. San Giovanni de Matha)
Fr. Edward Wagner (Prov. of the Immaculate Heart of Mary)
Fr. Marcel Rakotonirina (Prov. N.D. du Bon Remède)
Sr. Maria Isabel Gutiérrez (Suesa)
Sr. Inés de Maria Reina (Lima)

19 Fr. Francisco Muñoz Molina (Vic. prov. Espíritu Santo.)

20 Fr. Cándido Zarrabeitia (Vic. prov. Inmaculada Concepción)
Fr. André Daigneault (Prov. Sacré Coeur de Jésus)
Fr. Joshy Antony Kombarakkaran (Vic. of S. Michael of Saints)
Fr. Riva Toky Andriamalala (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Jean Fidèle Ranaivomanana (Prov. N.D. du Bon Remède)
Sr. Paula Puttusserry (Cálig)

21 Sr. Maria del Carmen Garcia (Andújar)

22 SAINT VINCENT PALLOTTI
Fr. Louis Gagnon (Prov. Sacré Coeur de Jésus)
Fr. Biju N. Varghese (Vic. of S. Michael of Saints)

23 Fr. Alfonso Serna Ornellas (Prov. of the Immaculate Heart of Mary)
Fr. Patrick Andrianiaina Rafamantanantsoa (Prov. N.D. du Bon Remède)

25 Fr. Jaison Joseph (Vic. of S. Michael of Saints)
Sr. Editt Aguilar (Noia)

26 Fr. Andrés González García (Prov. Espíritu Santo)
Fr. Benjamín Fernández (Prov. Espíritu Santo)
Fr. José Luis Torres (México)
Fr. Jean-Paul Soucy (Prov. Sacré Coeur de Jésus)
Sr. Trinidad Isasi (Madrid)
Sr. Cristina Thottappilly (Fuensaldaña)

27 Fr. Julián Andía (Prov. Inmaculada Concepción)
Fr. Fabien Ralison (Prov. N.D. du Bon Remède)
Sr. Maria Ángeles Raharinirina (San Clemente)

28 SAINTE AGNES
Fr. José María de Miguel (Prov. Inmaculada Concepción)

29 Fr. Domingo Reyes Fernández (Prov. Espíritu Santo)
Fr. Jean Félix Richard Ranaivomanana (Prov. N.D. du Bon Remède)
Fr. Blanchard Ndong Ovono (Prov. San Giovanni de Matha)
Sr. Inmaculada de la Torre (Andújar)
Sr. Maria Luisa Iscar (Andújar)

30 Fr. Saturnino Gómez (Prov. Espíritu Santo)

31 Fr. Guillermo Melero (Vic. prov. Espíritu Santo)

¡Feliz Cumpleanos! Happy Birthday! Joyeux anniversaire! Sto Lat! Tanti Auguri!
Araha Tratry ny Fety! Alles Gute zum Geburtstag!
Zorionak! feliz aniversário! selamat hari ulang tahun! chúc mừng sinh nhật